Cringefest segue come i topi lasciano affondare la nave Kotaku

In genere quando i topi iniziano a fuggire dalle loro navi che affondano spesso per migliori opportunità o per salvare la faccia, lo fanno con un livello di grazia. La gratitudine viene data al loro sbocco per l'opportunità, viene espressa la grandezza della loro squadra e viene fornito un breve suggerimento o una dichiarazione sulle loro prospettive future. Partire è piuttosto formidabile in questo momento, quindi lascialo agli hack di Kotaku per rovinare tutto e inventare tutto su di loro.

Recentemente Joshua Rivera e Gita Jackson sono partiti da Kokaku per motivi non specificati, ma invece di attenersi alla formula tipica hanno deciso di uscire in un coglione di chi può essere il più svegliato. Non è nemmeno un'esagerazione né un'iperbole. Il loro ultimo evviva è letteralmente a pezzo dove senza direzione i due solo soapbox.

Avvertimento di rabbia: il seguente materiale è così carico di rabbia che potresti diventare cieco ruotando gli occhi nel cranio o morire ridendo.

“Quindi è impossibile non essere consapevoli. Voglio dire, ricevo messaggi da giovani donne di colore che mi dicono che vedermi farlo li fa sentire più sicuri di entrare nei videogiochi. ”–Gita Jackson

Fin dall'inizio Gita fa un sacco di cose sul fatto che sia nera. Non uno scrittore competente, non un libero pensatore, né un filosofo né qualsiasi cosa che i giornalisti precedenti si alludessero all'essere, ma neri e femmine. Un'idea nebulosa che evidenzia quanto siano vapide queste persone e francamente razzista e sessista.

Onestamente credono che dire "Sono nero" ti dice qualcosa su di loro come persona? O che sei una donna? Cosa dovremmo togliere esattamente da questo?

Quindi l'affermazione che il gioco, la cosa più semplice che esista entrare in qualcosa di diverso dalla vita, richiede la sua coraggiosa identità politica giornalistica per convincere le donne di colore a giocare. Nonostante ogni persona si trovi a 3 minuti dal download di un gioco sulla sua app e quindi dal gioco, richiede il suo nobile sacrificio.

“Questa industria — parte di questa, è anche anche capitalismo, giusto? Ma è poco gentile con le cose che percepisce come aberrazioni o diverse, capisci cosa intendo? Tutti parlano di come la diversificazione è buona e ti daranno tutti questi incentivi, come i motivi matematici per cui è buona. Ma culturalmente, nessuno lo vuole davvero. Vogliono solo uscire con persone come loro. ”- Josh

Mi viene in mente l'affermazione di Bastait secondo cui il socialista si eleva al di sopra degli altri che si ritengono in grado di organizzare. Poi mi viene in mente che la sinistra non ha mai letto un singolo libro di economia in vita sua.

“Non penso che i videogiochi siano più o meno razzisti della società in generale. Lo vediamo chiaramente perché è una comunità così piccola e molto, molto unita. ”–Gita

Avviso spoiler sei nato razzista. Ogni essere umano nasce con un'innata preferenza in gruppo, è il modo in cui hai scelto di esprimerlo, il modo in cui scegli di conviverci che ci definisce come chi siamo. Il problema con la sinistra è che i loro gruppi sono così follemente razzisti e tossici che persino la sinistra moderata come Tim Pool li chiamerà fuori.

Pensano legittimamente che tutti siano così. Che, poiché siamo gli altri, dobbiamo odiare a un livello ben oltre quello che fanno in privato.

"Josh: Penso che tu stia parlando di come, non è che i giochi siano più o meno razzisti rispetto al resto della società. È solo che i giochi sono impostati in modo tale che i fan dei videogiochi siano condizionati a credere che nulla sia sbagliato. Giusto? Dove la maggior parte delle persone può guardare il mondo ed essere come, sai, Oh—

Gita: "Alcune cose sono sbagliate."

Josh: Alcune cose sono sbagliate! Sai, come "la NFL dovrebbe interessarsi di più alle commozioni cerebrali".

Conosci quel momento in cui ti rendi conto che le persone sono potenzialmente mentalmente insoddisfatte? Immagino che questo articolo sia stato modificato da un grande spaccone perché è andato fuori di testa, ma alla fine Gita e Josh, a modo loro, ammettono di non far parte della fascia demografica dei giocatori.

“È stato solo quest'anno che le persone hanno iniziato a prendere sul serio la conversazione di sindacalizzazione. Ma sì, voglio dire, le mie opinioni su come la cultura dovrebbe funzionare in modo molto diverso dalla maggior parte delle persone che sono veramente interessate ai videogiochi. ”–Gita

“Quando sei un libero professionista, puoi avere questa illusione su te stesso, su come sei al di sopra delle cazzate o combattendola non partecipando a un sistema anche se in un certo senso stai prendendo soldi, sai? E poi quando trovi un lavoro — ottieni questa assunzione errata che mi piace, sto bene con tutto ciò che fa questa istituzione. ”-Josh

Un libero professionista gode della capacità di prendere e scrivere ciò che vuole da chiunque li contragga. Non è un'ascensione magica né ti dà una visione più acuta di chiunque altro.

Ti risparmierò i vari paragrafi in cui si scambiano le lodi reciproche per essere stati così svegliati e se ne vanno con le loro osservazioni finali, su come in primo luogo non avrebbero mai voluto essere giornalisti di giochi.

Gita: Inferno sì. Avrebbe combattuto un esercito. Si preoccupa così tanto dei suoi scrittori.

Josh: È un peccato che non abbiamo proprietari che si preoccupano tanto di una frazione. Sai, non lo fanno, non gridano il nostro lavoro. A loro non importa del nostro lavoro.

Gita: Non sono nemmeno sicuro che Jim Spanfeller sia consapevole di avere un sito Web di videogiochi.

Josh: Voglio dire, potrebbe saperlo ora.

Gita: [ride.] Sì. Sup amico. Succhiarlo

Non essere sorpreso da questo. Quando gli SJW se ne vanno, si vantano sempre di come non sia mai stata loro intenzione spingere la salute o gli obiettivi dell'organizzazione che li ha assunti. Le loro intenzioni erano sempre di sovvertire e dirottare.

~