Ryan Hernandez si dichiara colpevole dopo numerosi attacchi di Nintendo e possesso di pornografia infantile, secondo quanto riferito

Vivendo a Palmdale, in California, Ryan Hernandez si è dichiarato colpevole presso il Tribunale distrettuale degli Stati Uniti a Seattle per crimini federali legati al suo "sistema di hacking Nintendo" e al possesso di oltre "mille video e immagini" di minori impegnati in comportamenti sessualmente espliciti. A partire da ora, si dice che Hernandez andasse in prigione.

Secondo entrambi nintendoeverything.com e justice.gov, apprendiamo che Ryan S. Hernandez, Ryan West o "RyanRocks462"Si è dichiarato colpevole di un'informazione a due conteggi. Quest'ultimo rapporto rileva che Hernandez è stato condannato per la condanna del giudice distrettuale americano John C. Coughenour il 21 aprile 2020.

Detto questo, ecco il resoconto ufficiale del Dipartimento di Giustizia sul caso di Hernandez:

“[…] Nel 2016, quando era ancora minorenne, HERNANDEZ e un associato hanno utilizzato una tecnica di phishing per rubare le credenziali di un dipendente Nintendo, che sono state sfruttate per ottenere l'accesso e scaricare file Nintendo riservati relativi alle sue console e giochi. Quelle informazioni rubate, comprese le informazioni pre-release sull'anticipato Nintendo Interruttore console, è trapelato al pubblico. Nell'ottobre 2017, a seguito di un'indagine sull'hack, gli agenti dell'FBI hanno contattato HERNANDEZ e i suoi genitori nella loro residenza in California. HERNANDEZ ha promesso di interrompere qualsiasi ulteriore attività dannosa e ha confermato di aver compreso le conseguenze di eventuali futuri hacker.

 

Tuttavia, da almeno giugno 2018 a giugno 2019, HERNANDEZ è tornato alle sue attività dannose, hackerando più server Nintendo e rubando informazioni riservate su vari videogiochi, console di gioco e strumenti di sviluppo popolari. HERNANDEZ si vantava dei suoi exploit di hacking su diverse piattaforme online e sui social media, come Twitter e Discord, e divulgava alcune delle informazioni rubate ad altri. HERNANDEZ ha inoltre gestito un forum di chat online chiamato "Hangout sotterraneo di Ryan" in cui lui e altri hanno discusso dei prodotti Nintendo e condiviso informazioni sulle possibili vulnerabilità della rete Nintendo e su cui ha condiviso alcune delle informazioni riservate che aveva rubato.

 

Nel giugno 2019, gli agenti dell'FBI hanno perquisito la casa di HERNANDEZ e hanno sequestrato numerosi dispositivi elettronici, tra cui computer, dischi rigidi e dispositivi di elusione utilizzati per accedere a videogiochi e software piratati. Su quei dispositivi, hanno scoperto migliaia di file Nintendo riservati. L'analisi forense dei suoi dispositivi ha anche rivelato che HERNANDEZ aveva usato Internet per raccogliere più di mille video e immagini di minori impegnati in comportamenti sessualmente espliciti, archiviati e ordinati in una cartella di cartelle che ha etichettato "Bad Stuff". "

Nel caso in cui non si desideri leggere l'intero blockquote, un riepilogo vede Hernandez all'età di 17 anni con un associato "phishing per rubare le credenziali di un dipendente Nintendo" per svelare i file confidenziali Nintendo relativi allo Switch - che non era disponibile su il tempo - e i suoi giochi.

Dopo che il Federal Bureau of Investigation contattò Hernandez e i suoi genitori nella loro residenza in California, l'FBI lasciò andare il ragazzo e la sua famiglia con un avvertimento.

Come un orologio, si dice che Hernandez abbia recuperato tra il 2018 e il 2019, dove "si vantava dei suoi exploit di hacking" sul suo account Twitter ora sospeso e Discord.

Hernandez ha anche "divulgato alcune delle informazioni rubate ad altri" attraverso un forum di chat online chiamato "Hangout sotterraneo di Ryan".

Durante la metà del 2019, agenti dell'FBI perquisirono la casa di Hernandez e "sequestrarono numerosi" dispositivi elettronici. È stato riferito che su alcuni di questi dispositivi, l'FBI ha scoperto migliaia di "file Nintendo riservati", in cui l'analisi forense dei suoi dispositivi ha anche rivelato che Hernandez possedeva una raccolta di oltre "mille video e immagini di minori impegnati in comportamenti sessualmente espliciti. ”

Entrambi i siti web riportano che Hernandez deve pagare $ 259,323 in restituzione a Nintendo. Inoltre, deve scontare tre o cinque anni di carcere a seconda di ciò che il giudice fa della sua "frode e abuso di computer", che è accompagnato da 20 anni di carcere per "possesso di pornografia infantile".