My Hero Academia Creator e Weekly Shonen saltano formalmente le scuse agli SJW per "Maruta Shiga"

My Hero Academia

Sono state formulate due scuse formali da entrambi il creatore di My Hero Academia, Kohei Horikoshi, e la pubblicazione che porta il manga, Weekly Shonen Jump. Le scuse sono state pubblicate su Twitter in più lingue il 7 febbraio 2020.

Hanno preceduto le scuse annunciando che le dichiarazioni formali sono attualmente disponibili sul Sito web Shueisha. Non include solo le quattro scuse che hanno pubblicato su Twitter, ma anche altre scuse pubblicate in giapponese.

Inizialmente hanno annunciato che avrebbero semplicemente cambiato il nome del personaggio in qualcos'altro Febbraio 3rd, 2020, ma i Guerrieri della Giustizia Sociale provenienti dalla Cina, dalla Corea e persino dall'Occidente, hanno continuato a macinare e molestare Weekly Shonen Jump e Horikoshi per una dichiarazione formale e scuse per aver creato il personaggio. E così sia Weekly Shonen Jump che Horikoshi hanno deciso di piegare il ginocchio e scusarsi.

YouTuber Hero Hei ha fatto una ripartizione video delle scuse e ha avvertito gli spettatori che questo è l'inizio di qualcosa di terribile, perché anche se alcune persone dicono che stanno solo piegando il ginocchio ai cinesi e ai coreani, stanno ancora piegando il ginocchio e cambiando un personaggio basato sull'offesa presa da cinesi, coreani e occidentali culturalmente insensibili.

Se desideri leggere tu stesso la dichiarazione, le scuse di Weekly Shonen Jump indicano ...

"Per quanto riguarda il personaggio" Maruta Shiga ", apparso nel capitolo 259 di My Hero Academia (Weekly Shonen Jump numero 10, 3 febbraio 2020), un gran numero di lettori provenienti dalla Cina e da altri paesi ha sottolineato che il nome evoca ricordi di il tragico passato. "Shiga" fa parte del nome di un altro personaggio e Maruta (kanji: round + fat) riflette l'aspetto del personaggio in questione. Qualsiasi apparente riferimento a eventi storici era del tutto involontario. Nonostante ciò, il ruolo del personaggio come medico per l'organizzazione malvagia, combinato con il suo nome, finì per essere offensivo per i lettori stranieri in Cina e altrove.
La redazione avrebbe dovuto prendersi il tempo prima di pensarci meglio. Non l'abbiamo fatto, e per questo, siamo profondamente dispiaciuti.

“Con tutta sincerità, ci rendiamo conto della gravità di questo problema e cambieremo il nome sia nella versione del volume fisico che, quanto prima, nella versione digitale del capitolo.

"Affinché questo tipo di problema non si ripeta in futuro, intendiamo dedicare le nostre energie ad approfondire la nostra comprensione di una varietà di questioni storiche e culturali. Essendo più intimamente consapevoli dei pensieri e dei sentimenti di coloro che provengono da tutti i ceti sociali, forniremo manga che possono essere amati da tutti. "

C'era un secondo post proprio sotto le scuse di Shonen Jump di Kohei Horikoshi, dove mantiene la brevità e arriva subito al punto, dicendo ...

"Usando il nome" Maruta Shiga "nel capitolo 259 di My Hero Academia, ho offeso profondamente un gran numero di lettori. Mi dispiace davvero per questo. Il personaggio - con profonda riverenza e desideroso di sentirsi più vicino all'ex boss della League of Villains, All For One - ha deciso di prendere parte al cognome di All For One (Shigaraki) e di renderlo suo (Shiga). Gli ho dato il nome "Maruta" perché è rotondo e grassoccio. Qualsiasi altro significato è una coincidenza e non avevo assolutamente intenzione di ferire così tanti lettori, cosa che ora so di aver fatto. Mi scuso dal profondo del mio cuore.

"Andando avanti, farò del mio meglio per assicurarmi che questo genere di cose non accada mai più."

I fan sono giustamente preoccupati che questo costituisca un precedente per un'azienda giapponese che si piega all'indignazione di Twitter. Non importa se proviene dalla Cina, dalla Corea del Sud o dall'America, è il fatto che l'indignazione di Twitter ha generato una lamentela sotto forma di censura e scuse, che è in genere il modo in cui le cose si svolgono con le aziende occidentali quando Gli SJW si lamentano con i social media.

Altri affermano che Weekly Shonen Jump e Horikoshi hanno fatto bene ai cinesi e ai sudcoreani che erano stati offesi e che, al fine di mantenere buoni rapporti, erano proprio loro a fare l'onore.

Posso dirti in questo momento, il secondo gruppo sta vendendo hogwash.

Abbiamo già visto questo spettacolo di cani e pony svolgersi prima e i risultati sono sempre gli stessi. Inizia in piccolo e poi si intensifica e si intensifica e si intensifica, fino a quando non chiedono che i munchkin pelosi con arti protesici e disturbo bipolare che si identificano come trans lesbiche diventino i protagonisti del manga.

(Grazie per il suggerimento AntiSJW)

NON segui questo link o sarai vietato dal sito!
~