Uncharted 1 recensione retrò: avvio lento per The Jinemernaut cinematografico

Uncharted Drake's Fortune Review

Dato che molte delle recenti uscite di giochi di grande budget su console domestiche e PC sono convergenti o pieni di propaganda di sinistra, sto colpendo il mio backlog e sto giocando a molti vecchi giochi che mi sono perso o non ho avuto del tempo per completare quando sono stati originariamente rilasciati. Ho deciso di tornare indietro e riprodurre l'originale Inesplorato trilogia come parte della Collezione Nathan Drake, sia per riaccendere ciò che ha reso grande la serie sia per togliermi dalla mente il gusto del quarto gioco, che è stato a dir poco un sacrilegio creativo commesso dal israeliano Neil Druckmann.

Professionisti:
+ Nolan North
+ Set di partite in ritardo
+ Piattaforma solida
+ Spartito musicale
+ Nessuna stronzata
+ Premi sbloccabili

Neutro:
• Sparatorie decenti
• Combattimento corpo a corpo
• Enemy AI
•Grafica

Contro:
-Lascia il primo tempo
Problemi di stimolazione
-La mancanza di livelli creativi nella giungla
- Piattaforma noiosa per i primi giochi
-Niente che non puoi trovare fatto meglio nei sequel

Posso dirlo inequivocabilmente Uncharted: Drake's Fortune non è un gran gioco. Ha delle meccaniche solide e i circuiti di gioco non sono male, ma il gioco ha faticato molto a mantenere la mia attenzione durante il primo terzo.

È interessante ma era l'esatto contrario Scarface: Il mondo è tuo, in cui il primo terzo di quel gioco ti stava solo lanciando con tutte queste diverse caratteristiche e funzioni ed elementi del meta-gioco che sarebbero entrati in gioco in seguito. In caso di Uncharted: Drake's Fortune, l'uscita del 2007 rilasciata esclusivamente su PS3, praticamente tutto ciò di cui avrai bisogno nel gioco ti verrà dato nella prima mezz'ora. Da lì è solo una questione di risciacquo e ripetizione dell'uso di quei meccanici durante l'esperienza dalle sei alle otto ore distribuita in 22 diversi capitoli.

L'essenza della storia è che l'astuto ma impoverito cacciatore di tesori e straordinario ladro Nathan Drake e il suo collaboratore di lunga data Vcitor Sullivan sono a caccia del tesoro perduto che era l'obiettivo di Sir Francis Drake durante il suo ultimo viaggio verso El dorado.

La giornalista e cineasta Elena Fisher ha accompagnato il duo per i loro dirottamenti sull'isola pericolosamente tropicale come parte di un documentario a cui stava lavorando.

Il momento clou degli inizi del gioco è l'ovvia chimica della recitazione condivisa tra Nolan North, Emily Rose e Richard McGonagle, che aiutano davvero a portare il gioco durante il primo terzo dell'avventura, che purtroppo si trascina in modo negativo.

Uncharted Drake's Fortune - Mappa

Il problema principale è che passerai una parte considerevole correndo attraverso la giungla, salendo su alcuni pilastri e sparando raramente ad alcuni indigeni pirati malvagi usando una pistola scintillante e successivamente una mitragliatrice.

Le riprese sono passabilmente decenti, ma manca di grinta Gears of War or Kill.Switch e non riesce a essere vicino o irresistibile come il cuore Max Payne serie a causa della mancanza di proiettili o schivate.

Puoi, tuttavia, abbracciare la parete e schivare il tiro per evitare il fuoco nemico, ma è tutto roba da pagare davvero standard. Ma ciò che lo rende così noioso durante il primo terzo del gioco è che tutti i livelli sono molto insipidi.

La maggior parte delle sparatorie nella prima parte del gioco si svolgono dietro alcuni blocchi di cemento posizionati convenientemente e pilastri posizionati orizzontalmente situati in una serie di aree della giungla uguali.

Abbinalo al fatto che a Drake mancano le abilità acrobatiche di Lara Croft e hai una festa dello sbadiglio piuttosto noiosa. È una sessione di risciacquo e ripetizione per la maggior parte degli inizi del gioco.

Alcuni di voi potrebbero pensare: "Ma non ci sono piattaforme e scenografie ?!" e a ciò dico ... a malapena.

Uncharted Drake's Fortune - Elicottero

Nella prima parte del gioco le sequenze di arrampicata sono solo un sacco di "arrivare qui da lì" nel modo più rudimentale che si possa immaginare. Nessun set-pezzi elaborato. Nessuna piattaforma dinamica. Solo arrampicata su roccia, con alcune rocce sciolte sparse ad intermittenza tra i numerosi pilastri e le pareti che salirai.

La maggior parte consiste in ovvi scenari "A" per indicare gli scenari "B" con nulla di veramente impegnativo durante la maggior parte del primo terzo del gioco. Il combattimento consiste interamente in mischia quando sei da vicino e sparando con le pistole quando sei a distanza.

Questo proseguirà fino alla sequenza dell'incidente aereo in cui Nate tenta di salvare Elena dopo che l'aereo si è separato e finisce in una torre in rovina.

È qui che i puzzle platform iniziano a intensificarsi; infine introducono il .44 Magnum e M79 come nuove armi, e la posizione del nemico inizia a mostrare un po 'di originalità.

Il gioco - fino a questo punto - sembrava ancora sciocco. C'era solo lo stesso tipo di ripetizione nel combattimento e nel platform, che ha resoUncharted: Drake's Fortune sembra più un lavoro ingrato che un viaggio divertente.

Verso la metà del gioco le cose iniziano finalmente a diventare davvero eccitanti quando Elena e Drake scappano audacemente attraverso un inseguimento in jeep attorno a una scogliera circondata da vigneti.

Uncharted Drake's Fortune - Jeep Chase

È qui che il gioco finalmente lo mette in marcia. La sequenza di inseguimento è semplice ma ben fatta, con i giocatori che devono guidare una torretta mentre Nate mentre Elena guida. Devi semplicemente far esplodere tutti i tuoi inseguitori in modo spettacolare.

Da qui in poi è sembrato che al gioco venisse data un'infusione in contanti per iniziare finalmente a mangiare tutto quel formaggio cinematografico in modo da poter riempire i britch che doveva sempre indossare.

Seguendo la sequenza delle jeep c'è un'infarinatura di segmenti di moto d'acqua dove Elena e Nate cercano indizi su El Dorado mentre affrontano altri pirati.

Molti altri capitoli e il gioco finalmente inizia a colpire i passi per cui la serie è nota quando viene rivelata una svolta alla trama della presunta morte di Sully, e sia Nate che Elena tentano di salvarlo dalle grinfie di mercenari ben armati.

È qui che il tono più familiare del Inesplorato la serie inizia a sollevare la testa in qualcosa di più di una semplice raccolta di meccaniche di gioco funzionanti ma dimenticabili.

Si potrebbe dire che il primo terzo del gioco è stato quasi interamente portato dal fascino di Nolan North e dalla chimica che ha costruito attorno alla sua connessione con Emily Rose. Non è che la storia sia stata così interessante durante queste parti (dal momento che non c'era molto per cui i giocatori potevano affondare i denti in quel momento e nessuna delle rivelazioni significative ha luogo fino a dopo la metà del gioco) ma era più -Così c'erano personaggi interessanti in una situazione pericolosa e volevi davvero vedere come sarebbero usciti.

Quando accadono le grandi rivelazioni, però, il gioco sembra quindi meno un lavoro ingrato e più come un'esperienza elettrizzante.

Uncharted Drake's Fortune - Elena e Nate

È anche un po 'frustrante perché ci sono molti nuovi contenuti gettati nel gioco in un breve ordine, e quindi tutto aumenta da 1 a 5 in termini di ritmo che va dal primo terzo del gioco alla metà centrale, e quindi rapidamente salta da un 5 a un 9 nell'ultimo terzo del gioco.

I nuovi mercenari che il trio si trovano ad affrontare hanno tutte le nuove armi con cui i giocatori possono scherzare e gli enigmi platform diventano molto più stimolanti e unici. Le tappe diventano anche molto più varie rispetto alle noiose sezioni della giungla che hanno consumato la loro accoglienza piuttosto rapidamente all'inizio Drake's Fortune.

I giocatori vengono spinti attraverso rovine di chiese costruite in pietra, catacombe, una complessa serie di trappole e meccanismi che portano a una vecchia struttura nazista e, infine, a una sparatoria dinamica dalla terra, all'aria, al mare.

In un certo senso sembra che ci siano due giochi completamente separati in Uncharted: Drake's Fortune. Il primo terzo si comporta come un gioco di avventura per ore amatoriali, mentre l'ultima metà è un film d'azione pieno di azione, rock-and-rolling, completo di alcuni elementi horror soprannaturali gettati per buona misura.

Uncharted Drake's Fortune - Magnum

Ora alcuni di voi potrebbero chiedersi: "Se i controlli o la meccanica non sono cambiati dall'inizio alla fine, perché la seconda metà è migliore della prima metà?"

Bene, per rispondere semplicemente: si tratta di esecuzione.

Per esempio, Super Mario World fondamentalmente ti presenta la maggior parte delle meccaniche di gioco nei primi tre livelli, ma non si tratta di ciò che puoi fare che rende divertente il gioco, ma di come fai ciò che puoi fare attraverso la vasta gamma di livelli costruiti in modo univoco che rende l'intera esperienza utile .

Per qualificarti per il Uncharted: Drake's Fortune, molti dei primi passi del gioco sono solo l'arrampicata e il tiro di base senza molta tensione o motivo per sentirsi affascinati dallo sparare o dall'arrampicata.

Le motivazioni a livello erano piuttosto banali; affidarsi semplicemente al passaggio da un punto all'altro. Ancora una volta, l'unica idea che alimenta il completamento della prima parte del gioco è dovuta al carisma di Nolan North e alla visione di ciò che avrebbe detto o fatto dopo.

Naughty Dog ha davvero colto una pausa fortunata con qualcuno del genere che ha dato vita a Nathan Drake, perché altrimenti l'intera serie avrebbe potuto morire prima ancora di decollare se fossero andati con qualcuno a cui mancava il carisma del Nord e l'arguzia del momento.

Uncharted Drake's Fortune - Parachute

Per fortuna, il gioco è maturato abbastanza durante tutto il playthrough e ha fatto un uso migliore della sua meccanica sparsa ma funzionale prima che i titoli di coda avessero corso.

È stato quasi come se un team di progettazione di mappe completamente diverso fosse arrivato e avesse costruito scenari più originali e unici per i giocatori in cui combattere, arrampicarsi e correre, aggiungendo un certo senso di urgenza e posta in gioco.

Anche l'introduzione dei mercenari d'élite con la loro scorta di armi ha contribuito a confondere il modo in cui ti sei avvicinato a diversi scontri nemici.

L'ultimo terzo del gioco ha lanciato ancora più armi, nemici e alcuni segmenti di tiro basati sull'abilità, specialmente quando Nate ha tentato di uscire da un hangar sottomarino mentre alcune creature combattevano con i mercenari che stavano cercando di ucciderlo.

La grande sparatoria alla chiesa vicino alla fine è anche un altro momento saliente, mentre bruci le munizioni, uccidi i nemici e cerchi di afferrare le loro armi per evitare di essere fiancheggiato e sopraffatto.

Anche se è un peccato che all'inizio del gioco mancasse il tipo di intensità e portata cinematografica della seconda metà, devo lodarli per aver costantemente aumentato l'intrigo, l'azione e la posta in gioco.

Uncharted Drake's Fortune - Jet Ski

Uno dei grandi problemi con molti giochi, anche in seguito Inesplorato giochi - è che a volte hanno sofferto di un ritmo irregolare. Ad esempio, al di fuori della sequenza dell'inseguimento del Madagascar attraverso la baraccopoli di Uncharted 4, il gioco è stato terribilmente lento, con solo brevi scatti di azione ad alto impatto sparsi in molte noiose sequenze di camminate e arrampicate.

Qui, c'è stata solo un'escalation. Mentre il primo terzo era una festa noiosa, continuava a intensificare, intensificare e intensificare, con la squadra apparentemente più sicura e coraggiosa con i loro tentativi di affrontare scenari unici e nuove sfide da affrontare per Nate.

Nel frattempo, una colonna sonora esplosiva di Greg Edmondson ha contribuito a narrare la tela udibile del gioco e alcuni elementi visivi abbastanza decenti hanno contribuito a dar vita all'avventura.

Uncharted Drake's Fortune - Boss Fight

L'originale Inesplorato, tuttavia, non è nulla di entusiasmante, anche se è divertente giocare per quello che è.

Come parte della Uncharted: The Nathan Drake Collection, viene fornito con alcuni sbloccabili degni di nota sotto forma di premi. Ci sono 47 diversi premi che puoi sbloccare, che vanno dalle gallerie d'arte e modalità di rendering, alle skin giocabili per Nate, insieme alla possibilità di acquisire istantaneamente una qualsiasi delle armi presenti nel gioco se ti è capitato di sbloccarle.

Gli sblocchi vengono effettuati raccogliendo tesori sparsi in tutti i livelli, spesso nascosti negli angoli o nelle fessure che potresti facilmente perdere, ricompensando così i giocatori che si ripetono nel gioco o sono abbastanza diligenti da frugare le tappe per i luccicanti gingilli.

Gli sbloccabili mi ricordano molto 007: Tutto o niente, che ti ha permesso di accedere a funzioni come la guida al rallentatore o le munizioni infinite, entrambe presenti come modifiche Uncharted: Drake's Fortune, insieme ad altre opzioni come Mirror World, Fast Motion, Super Slow Motion e One-Shot Kills.

E a differenza del politicamente corretto e noioso Uncharted 4, la skin Donut Drake è ancora disponibile nel gioco.

Alcuni altri sbloccabili speciali possono essere guadagnati solo battendo il gioco con le impostazioni di difficoltà più difficili, costringendo così i giocatori a diventare buoni e ad aumentare i loro livelli di abilità per guadagnare il più raro dei trucchi.

Uncharted Drake's Fortune - Macchina fotografica

Complessivamente, Uncharted: Drake's Fortune è il tipo di gioco che giochi solo per vedere com'era l'originale ma non necessariamente perché il gioco è un'esperienza da non perdere. Se fossi curioso di sapere come è iniziata la relazione tra Drake ed Elena, suppongo che potresti costringerti a giocarci, ma potrebbe essere meglio solo guardare alcuni video di YouTube.

Alcuni dei segmenti di piattaforma possono anche essere in qualche modo frustranti, dal momento che non si può sempre dire dove o cosa dovresti prendere in alcuni segmenti, ma a loro merito quel tipo di evento era raro.

Visivamente il gioco era decente per quello che era, ma era ovviamente un passo indietro rispetto ai titoli graficamente più impressionanti all'epoca, come Gears of War or Valkyria Chronicles. Non è che guarderai indietro con affetto all'esclusiva PS3 con ogni sorta di ammirazione per l'estetica a meno che tu non sia un fan sfegatato di Sony.

Anche ancora, la grafica è utile per quello che era in quel momento e se giochi sul gioco PS4 non devi preoccuparti di nessuna delle prestazioni o del lato negativo dello schermo che ha afflitto l'output originale di PS3.

Sfortunatamente non c'è proprio niente qui Drake's Fortune che non riesci già a trovare Uncharted 2 or Uncharted 3e ha fatto miglia meglio.

Penso che sia sicuro affermare che se non sei colpito dal dolore con un forte senso di nostalgia, puoi saltare l'originale Inesplorato e immergiti direttamente nel secondo o terzo gioco se desideri davvero vivere i momenti più importanti di un franchising che è probabilmente considerato uno dei juggernaut cinematografici più riconosciuti del gioco.

Verdetto:

Uncharted Drake's Fortune Review

NON segui questo link o sarai vietato dal sito!
~