Il giocatore SoulCalibur è stato espulso dal Combo Breaker per l'uso delle parole "Gay", "Ritardato"

SoulCalibur VI vietato

Un membro della comunità dei giochi di combattimento è stato recentemente bandito dall'evento e-sports di Combo Breaker per SoulCalibur VI perché ha usato le parole "gay" e "ritardato" in un tweet.

Il direttore dell'evento di Combo Breaker, Rick "The Hadou", ha risposto a un utente il 12 marzo 2020 dichiarando che avrebbe rimborsato l'ingresso di Matic D. Oof.

Il tweet di Rick ha ricevuto molto supporto, mentre molte persone hanno completamente perso il punto.

Matic sosteneva che è diventato abbastanza ritardato che non puoi usare certe parole senza essere ostracizzato, censurato, bandito o trasformato in un paria sociale, e come un orologio è bandito da un evento per l'uso di parole che i censori non approvano .

Matic ha ragione sul fatto che tutto offende qualcuno ad un certo punto, e che i poliziotti di tono stanno aumentando la loro portata aggiungendo costantemente nuove parole allo smorgasbord di parole proibite.

Questo tipo di invasione della Sinistra Regressiva sulla libertà di parola si è intensificata abbastanza rapidamente nell'ultimo decennio, rendendo costantemente difficile la comunicazione tra le comunità endemiche o l'uso da parte della gente media quando e comunque si sentono.

Con Combo Breaker che bandisce apertamente e sfacciatamente un giocatore per l'uso di parole che non gli piacciono, apre le porte dell'inondazione a più organizzatori di FGC per iniziare a applicare politiche simili fuori sede, dove se i giocatori iniziano a usare un linguaggio che non approvano allora affrontano potenziali divieti nei tornei.

Abbiamo avvertito la gente che la censura continuerebbe a intensificarsi se non fosse contestata o respinta, eppure eccoci qui. Un giocatore viene bandito per aver detto "gay" e "ritardato".

(Grazie per la punta notizie KotakuInAction 2)