Bethesda ha sorpreso pochi volevano giocare a PVP in Fallout 76

Secondo Pete Hines (così granello di sale questa notizia data la storia della fonte di menzogne ​​esplicite sugli avvenimenti interni), rivelata in dichiarazioni fatte a Giocatore degli Stati Uniti come Bethesda fu sorpresa che pochi volessero davvero giocare a PvP Fallout 76. Come o addirittura perché questa rivelazione sia stata sorprendente dopo che hanno intenzionalmente seccato quella che era già una modalità priva di divertimento e non gratificante più conosciuta per imbroglioni dilaganti e hacker non è stata discussa. Né è stato menzionato il modo in cui la comunità tossica ha cacciato quelli interessati al PvP.

“Be ', intendo alla fine della giornata, la nostra intenzione era sempre, lo metteremo là fuori, vedremo cosa pensa la gente, e poi provvederemo alle cose che facciamo più tardi alla loro reazione. Quindi, ad esempio, penso che siamo rimasti un po 'sorpresi da quante poche persone volessero prendere parte al PvP e quante altre fossero interessate al PvE insieme. Al contrario, "Voglio mettere alla prova il mio coraggio contro di te e mettiamoci in un duello". Ci sono alcune persone che lo fanno, non fraintendetemi, ma penso che sia una percentuale inferiore della nostra base di giocatori di quanto pensassimo ”, -Hines a cui non vengono mai mostrati i dati per sua stessa ammissione

La cosa più sorprendente delle affermazioni di Hine non è l'assoluta mancanza di consapevolezza di sé e i forti accenni al caos manageriale. No, ciò che sorprende davvero è che Pete Hines ammetta apertamente di non avere piani concreti per Fallout 76 e invece ha buttato via un mucchio di miss mashed features per vedere cosa si è bloccato.

La loro risposta sembra essere stata idioti che si sono rifiutati di smettere di giocare anche se sapevano che gli hacker stanno rubando l'intero inventario delle persone in massa. Chi, nonostante i numerosi aggiornamenti che hanno interrotto il gioco, Bethesda ha inseguito e molestato i creatori di strumenti della comunità, non smetterà mai di giocare. Fortunatamente per loro, Bethesda ha un piano pronto per andare avanti.

“Abbiamo un piano. Abbiamo una tabella di marcia che condivideremo tra non molto, probabilmente dopo Wastelanders. Attraversiamo Wastelanders e parliamone. Ciò coprirà fino alla fine di quest'anno. Abbiamo già parlato, internamente, qual è il nostro piano per i contenuti nel prossimo anno. Quando siamo abbastanza sicuri di condividerlo con tutti, non ne sono certo, ma lo buttiamo fuori abbastanza. "

Okay davvero. Dal corporatese all'inglese, ciò che ha appena detto si riduce essenzialmente a idee su dove prendere il gioco, ma quelle idee non saranno accese a meno che Wastelanders non sia un successo clamoroso. Fondamentalmente si può dedurre che la portata delle prospettive future del gioco sarà determinata da quante persone lo adotteranno durante il suo debutto su Steam.

Un lancio riuscito significherà probabilmente ampliamenti di contenuti e funzionalità. Un lancio fallito significherà probabilmente il via libera di un nuovo giocatore singolo Fallout esperienza se uno non è già stato dato il via libera e solo il minimo indispensabile di supporto per il futuro.

NON segui questo link o sarai vietato dal sito!
~