The Last Of Us: Parte 2 Indefinitamente Sony e Naughty Dog

Sembra che Sony e Naughty Dog abbiano ritardato The Last of Us: Parte 2 indefinitamente. Il prossimo gioco non arriverà più sugli scaffali dei negozi e sulla scena digitale il 29 maggio 2020. Questo è l'ennesimo ritardo che l'esclusiva PS4 ha dovuto affrontare, questa volta a causa del coronavirus.

Questo ritardo probabilmente causerà problemi per l'adattamento della serie TV HBO, dato che la produzione era prevista intorno al lancio Del gioco. Tuttavia, prima di saltare nello spettacolo pieno di giustizia sociale propaganda gay, puoi leggere ciò che Naughty Dog ha annunciato via Twitter proprio qui:

Se hai problemi a leggere il post, di seguito si trova una versione scritta del tweet sopra:

“Come probabilmente hai appena visto, l'uscita di The Last of Us Part II è stata ritardata. Siamo sicuri che questa notizia ti delude tanto quanto lo è per noi. Volevamo metterci in contatto con tutti voi nella nostra comunità per darvi qualche informazione in più.

La buona notizia è che abbiamo quasi finito con lo sviluppo di The Last of Us Part II. Siamo nel bel mezzo di correggere i nostri bug finali.

Tuttavia, anche dopo aver terminato il gioco, ci siamo trovati di fronte alla realtà che a causa della logistica al di fuori del nostro controllo, non siamo riusciti a lanciare The Last of Us Part II con nostra soddisfazione. Vogliamo assicurarci che tutti possano suonare The Last of Us Part II nello stesso momento, assicurandoci di fare tutto il possibile per preservare la migliore esperienza per tutti. Ciò significava ritardare il gioco fino al momento in cui possiamo risolvere questi problemi logistici.

Siamo rimasti delusi per questa decisione, ma alla fine abbiamo capito che è la cosa migliore e giusta per tutti i nostri giocatori. Speriamo che non ci vorrà molto tempo e ti aggiorneremo non appena avremo nuove informazioni da condividere.

Auguriamo a tutti, alle vostre famiglie e ai vostri amici il meglio della salute. Grazie per essere fan fantastici e il tuo continuo supporto.

Rimanga sicuro!

- Cane cattivo"

Sebbene la lettera di cui sopra non menzioni specificamente la "crisi globale" o il coronavirus, la seguente lettera di Sony lo fa. Il seguente avviso fa anche menzione del virus che influenza il lancio di Iron Man della Marvel in peggio. In altre parole, la pandemia ha fatto in modo che entrambi i giochi siano ritardati indefinitamente:

Quindi il gioco è fatto, il prossimo spettacolo che non eviterà la propaganda gay potrebbe o non potrebbe iniziare la produzione alla fine di maggio o all'inizio di aprile poiché il gioco su cui si basa è ritardato indefinitamente.

Infine, il 21 febbraio è stata la prima data di lancio del gioco fino al 29 maggio 2020. A partire da ora, il gioco non ha una data di uscita ed è ancora pronto per essere lanciato in tutto il mondo un giorno per PS4.