Dune Riavvia i canali dei film Woke Narratives, dimostrando le prime voci Vero

Denis Villeneuve è in arrivo duna il film, che uscirà in due parti, ha una scadenza il 18 dicembre 2020. Con l'aiuto di Warner Bros., la prima parte del film Q4 arriverà sul grande schermo alla fine di quest'anno, ma nel frattempo, noi apprendere che i canali di riavvio hanno svegliato le narrazioni come previsto in una prima voce.

Come mostrato in precedenza, l'elenco delle persone che hanno recitato in questo film rimane lo stesso, tranne per il recente rivelato Sharon Duncan-Brewster, che assumerà il ruolo di Liet-Kynes:

  • Timothée Chalamet come Paul Atreides
  • Rebecca Ferguson nel ruolo di Lady Jessica
  • Oscar Isaac come il duca Leto Atreides
  • Zendaya come Chani
  • Javier Bardem come Stilgar
  • Josh Brolin nel ruolo di Gurney Halleck
  • Jason Momoa nel ruolo di Duncan Idaho
  • Charlotte Rampling nei panni di Gaius Helen Mohiam
  • Stellan Skarsgård nel ruolo del barone Vladimir Harkonnen
  • Dave Bautista nel ruolo di Glossu Rabban Harkonnen
  • Sharon Duncan-Brewster come Liet-Kynes

Come menzionato in un rapporto che abbiamo pubblicato il 30 dicembre 2019, abbiamo fatto menzione del fatto che nel film in uscita a dicembre il genere e la razza hanno scambiato Liet-Kynes con una donna di colore. Ed ecco, è arrivato a buon fine vanityfair.com:

“In un interessante cambiamento al materiale originale, Villeneuve ha anche aggiornato il dottor Liet Kynes, il principale ecologo di Arrakis e un intermediario di potere indipendente tra le varie fazioni in guerra. Anche se sempre raffigurato come un uomo bianco, il personaggio è ora interpretato da Sharon Duncan-Brewster (Rogue One), una donna di colore.

Ed ecco il punto di vista di Duncan-Brewster sul cambiamento:

“Quello che Denis mi aveva dichiarato era che mancavano personaggi femminili nel suo cast, ed era sempre stato molto femminista, a favore delle donne e voleva scrivere il ruolo di una donna. Questo essere umano riesce sostanzialmente a mantenere la pace tra molte persone. Le donne sono molto brave in questo, quindi perché Kynes non può essere una donna? Perché Kynes non dovrebbe essere una donna? ”

Il problema è stato sufficiente per convincere Jeremy Geek + Gamers a urlare per l'umorismo nel film in uscita.

Sempre nello stesso reportage di fine 2019, abbiamo accennato al Bene Gesserit che ha un ruolo più importante di prima, vantando il "potere femminile" nei volti del pubblico. Questa informazione si è avverata tramite l'ultimo pezzo che vanityfair.com pubblicato:

“Il regista ha anche ampliato il ruolo della madre di Paul, Lady Jessica. È un membro del Bene Gesserit, una setta di donne che può leggere nella mente, controllare le persone con la loro voce e manipolare l'equilibrio del potere nell'universo. Nella sceneggiatura, che Villeneuve ha scritto con Eric Roth e Jon Spaihts, è ancora più spaventosa di prima. La sinossi della trama dello studio la descrive come una "sacerdotessa guerriera". Come scherza Villeneuve, “È meglio di 'space nun'. "

Il compito di Lady Jessica è quello di consegnare un salvatore all'universo, e ora ha un ruolo maggiore nella difesa e nell'addestramento di Paolo.

Rebecca Ferguson parla in dettaglio ancora di più del suo personaggio nel film 2020:

“È una madre, è una concubina, è un soldato. Denis era molto rispettoso del lavoro di Frank nel libro, [ma] la qualità degli archi per gran parte delle donne è stata portata a un nuovo livello. Ci sono stati alcuni cambiamenti che ha fatto, e ora sono magnificamente rappresentati. ”

Ma non è tutto. Il nuovo duna il film non sarebbe un premio adatto per l'anno in corso se non spuntasse ogni casella negli appunti di Woke, e questo include un riferimento a quella cosa nota come Greta Thunberg.

Il sito di pubblicazione descrive Paul Atreides come un ragazzo che cerca di trovare il suo posto nel mondo e dice al lettore di pensare a lui come "Greta Thunberg, solo lei è una Jedi con un diploma da Hogwarts". A seguire arriva il resto del tipico gergo dell'anno in corso da Villeneuve:

“Non importa quello che credi, la Terra sta cambiando e dovremo adattarci. Ecco perché penso che Dune, questo libro, sia stato scritto nel XX secolo. Era un ritratto lontano della realtà del petrolio, del capitalismo e dello sfruttamento - l'eccessivo sfruttamento - della Terra. Oggi le cose vanno solo peggio. È una storia di formazione, ma anche un invito all'azione per i giovani ".

Infine, la prima parte del duna il film uscirà il 18 dicembre 2020. Non è ancora emersa alcuna parola sull'uscita della seconda parte.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.