Facebook Fact Checker che emette un avviso sulla disinformazione secondo quanto riferito ha funzionato presso il Wuhan Lab

Facebook

Facebook ora sta emettendo avvertimenti a chiunque acceda a un articolo che i loro "fact checker" hanno affermato contenere informazioni errate. Prima di visitare il sito, gli utenti vedranno un'etichetta di avviso di Facebook sul sito o sulla fonte se i fact checker affermano che le informazioni non sono corrette. Tuttavia, si scopre che uno dei controllori dei fatti ha lavorato presso l'Istituto di virologia di Wuhan, in Cina.

Notizie del Vertice ha fatto un rapporto sulla nuova iniziativa di Facebook che promuove un sito chiamato "Get The Facts", che è sostenuto dall'Organizzazione mondiale della sanità, sì, la stessa organizzazione che ha mentito a metà gennaio sostenendo che il coronavirus non poteva essere diffuso da uomo a uomo trasmissione.

Secondo l' The Associated Press, l'idea è di dissuadere le persone dall'interagire con link ritenuti disinformazione dai verificatori di fatti di Facebook ...

"Il nuovo avviso verrà inviato agli utenti che hanno cliccato, reagito o commentato post che presentano affermazioni dannose o false su COVID-19 dopo che sono stati rimossi dai moderatori. L'avviso, che inizierà a comparire su Facebook nelle prossime settimane, indirizzerà gli utenti a un sito in cui l'Organizzazione mondiale della sanità elenca e smentisce i miti e le voci sui virus ".

Il vero problema si presenta che sta determinando ciò che è "miti e voci".

Zero Hedge ha fatto un po 'di due diligence e ha scoperto che Danielle Anderson della NUS Medical School della Duke University di Singapore contribuisce a ScienceFeedback.co.

Il feedback scientifico è ciò che Facebook fa riferimento come sito di verifica dei fatti quando afferma che un link su cui stai facendo clic è "mito" o "voce".

Come sottolineato da Recluta la rete, nelle comunicazioni di Facebook non risulta che una delle persone responsabili del controllo dei contenuti su cui emettono avvisi ha lavorato presso il laboratorio di Wuhan, in Cina.

In parole povere, una delle persone che ha lavorato nel laboratorio al centro della pandemia di coronavirus che è stata coperta dall'Organizzazione mondiale della sanità con disinformazione letterale viene anche utilizzata come fonte per classificare altri siti di notizie come "notizie false" o " false informazioni ".

È come se i criminali gestissero la prigione.

È per questo che molte persone normali sono state contente che il presidente Donald Trump abbia interrotto i fondi per l'Organizzazione mondiale della sanità. Come sottolineato da Sargon di Akkad, La Cina ha mentito e la gente è morta.

(Grazie per il suggerimento Time at Where)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.