Call Of Duty Studio Sledgehammer Games sta sviluppando più progetti, come da report

Sledgehammer Games sta lavorando su più titoli, uno dei quali è il nuovo 2020 Call of Duty gioco. Tuttavia, sembra che altri titoli senza preavviso verranno taggati insieme all'imminente voce FPS tripla A.

Secondo il sito di pubblicazione videogameschronicle.com, apprendiamo che Sledgehammer Games, una società nota per Call of Duty: Avanzato Warfare Call of Duty: la Seconda Guerra Mondiale, sta lavorando a diversi titoli in questo momento.

Il sito web nota che Sledgehammer Games ha evocato un lavoro programmato soprannominato "Decade II", che aiuta lo studio a navigare in tempi difficili, proprio come quello del 2018 che ha visto la partenza dei fondatori dello studio Michael Condrey e Glen Schofield.

Sull'argomento di questo programma di lavoro, il nuovo COO di Sledgehammer Games, Andy Wilson, ex dirigente dell'Hangar 2 di 13K, ha fatto sapere che il futuro dello studio sembra brillante nonostante i numerosi progetti in corso.

In linea con le informazioni di cui sopra viene la parola dal Chief Operating Officer e presidente di Activision Blizzard Daniel Alegre, dicendo come il prossimo Call of Duty il gioco è ancora in fase di sviluppo nonostante gli sviluppatori che lavorano da casa.

La prossima voce della serie in corso sarà un "titolo premium, "Che è ancora sulla buona strada per essere rilasciato entro la fine dell'anno.

Inoltre, Alegre osserva che sono in fase di sviluppo due "IP di libreria" di Activision. In altre parole, ci sono due giochi nelle opere che non sono correlati Call of Duty.

Oltre a quanto sopra, non è chiaro quali siano questi due giochi e Activision e Alegre non hanno specificato cosa possono aspettarsi giocatori e fan da qui in poi. Tuttavia, ora sappiamo che lo studio che ha implementato donne tedesche nere dentro Call of Duty: WW2
è uno sviluppatore di supporto per l'imminente Call of Duty Titolo 2020 - che sarà probabilmente risvegliato come l'ultimo gioco.

Infine, si dice che Sledgehammer Games abbia circa 200 persone che lavorano nei suoi studi in California e Melbourne, e altri 100 sviluppatori si uniranno per aiutare nel prossimo anno.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.