The Last Of Us: Part 2 Causato argomenti "filosofici" all'interno di Naughty Dog su determinati eventi

The Last of Us: Parte 2 è il prossimo lavoro di Sony e Naughty Dog e uscirà per PS4 il 19 giugno 2020. Nel frattempo, il primo e il secondo hanno creato una serie "Inside the Story" che offre sia ai giocatori che ai fan un primo sguardo al titolo di prossima uscita, il cui primo episodio raffigura il vice presidente di Naughty Dog Neil Druckmann mentre parla della divisione del sequel.

La prossima puntata in The Last of Us la serie è a solo un mese di distanza, ma mentre aspettiamo, Sony e Naughty Dog invitano i curiosi "a dare un'occhiata all'interno della storia" della seconda parte.

Oltre a quanto sopra, le persone possono ascoltare dal team di Naughty Dog mentre discutono su come si sono avvicinati allo sviluppo della narrazione del sequel mentre condividono "nuove intuizioni" sugli eventi e sui temi della "storia di Ellie".

Puoi guardare il video appena pubblicato proprio qui:

Per quelli di voi che potrebbero essersi persi alcuni bocconcini nel video sopra, non c'è motivo di preoccuparsi. Secondo il primo episodio di "Inside the Story", Druckmann parla di come lo studio abbia avuto disaccordi e argomentazioni filosofiche su alcuni degli elementi della trama nel gioco.

Questi argomenti hanno portato Druckmann a credere che il sequel sia più divisivo del primo gioco. Detto questo, puoi leggere i pensieri di Druckmann sulla realizzazione del sequel e poi alcuni qui:

“C'è sempre il timore che quando hai realizzato qualcosa di eccezionale e ci tornerai, lo rovinerai. Farai casino con ciò che lo ha reso così speciale. Il test per noi è stato: possiamo inventare una storia che può, una, resistere da sola, essere significativa e avere peso, lo stesso tipo di sensazione che abbiamo avuto quando ci siamo imbattuti nella storia per la prima. Ma anche ora perché è la seconda parte, deve essere additivo. Deve prendere in considerazione il primo che se hai interpretato entrambi, otterrai una narrazione più ampia. "

Druckmann continua:

"So che anche all'interno dello studio abbiamo avuto molte discussioni filosofiche su alcuni degli eventi e su ciò che accade nel gioco, e sto pensando che questo potrebbe essere più divisivo del primo gioco di un tipo molto di un modo eccitante che penso solleva quelle interessanti domande filosofiche e chiede ai giocatori di interpretare parte del materiale che è lì e vedere dove si trovano su quelle domande. "

ultimo ma non meno importante, The Last of Us: Parte 2 uscirà in tutto il mondo per PS4 il 19 giugno 2020

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.