Com'era l'articolo?

1476320cookie-checkXbox Game Pass ha cinque volte più abbonati di PlayStation ora
Industry News
19 maggio 2020

Xbox Game Pass ha cinque volte più abbonati di PlayStation ora

Xbox Game Pass ha 10 milioni di abbonati mentre PlayStation Ora solo recentemente ha raggiunto 2.2 milioni di abbonati. La notizia faceva parte di un confronto in un rapporto di GamesIndustry.biz, che ha osservato che nonostante il lancio tre anni dopo PlayStation Ora, Xbox Game Pass è riuscito a quintuplicare gli sforzi di streaming di Sony.

L'articolo illustra come PlayStation Now esiste dal 2014, attraversando una serie di prove e test problematici e anemici prima di essere lanciati nel 2015.

Il servizio ha faticato molto a mantenere qualsiasi tipo di abbonamento a causa del fatto che è stato lanciato con la possibilità di pagare canoni di abbonamento mensili o annuali per i giochi disponibili solo su PlayStation 4, vanificando così lo scopo del servizio, che avrebbe dovuto offrire a tutti. del catalogo di giochi precedenti di Sony a un prezzo premium fisso. Solo anni dopo è diventato disponibile il supporto appropriato per le console più vecchie e quattro anni dopo il rilascio è stata aggiunta la possibilità di giocare offline ai giochi.

Nel frattempo, Xbox Game Pass è entrato in scena nel 2017 ed è riuscito a frenare completamente la Sony in termini di numeri di abbonati.

GamesIndustry.biz osserva che mentre la Sony ha lottato per colpire 1 milione di abbonati e solo nell'aprile del 2020 sono riusciti finalmente a limitare 2.2 milioni di abbonati al servizio, Xbox Game Pass ha gestito 10 milioni di abbonati ad aprile 2020, secondo un relazione separata dalla presa.

Questo non vuol dire che Microsoft sia una brava persona in tutto questo, è semplicemente per sottolineare che Sony ha pasticciato un potenziale servizio di retrocompatibilità con opzioni troppo costose, giochi insufficienti e una linea sottile di software che a malapena ha scalfito la superficie dell'illustre libreria di classici e iconici giochi per PlayStation.

Non aspettarti che le cose migliorino considerando che Sony è più interessata a farsi coinvolgere in battaglie legali con YouTuber e censurare meme che deridono la loro propaganda liberale progressiva piuttosto che concentrarsi sulla fornitura di contenuti ai giocatori con l'acquisto.

Ma questo è comunque tutto un lavaggio dal momento che il futuro completamente digitale non è qualcosa che nessuno dovrebbe sostenere. Gli abbonamenti solo digitali sono una ricetta per il disastro a lungo termine e stiamo già vedendo come piace alle aziende Netflix che collaborano con noi, attingono direttamente dalla storia e dalla tradizione veneziana per poi Disney censurano i classici con modifiche retroattive. Aspettati che accada la stessa cosa anche ai giochi classici forniti in digitale, e non solo con remaster o remake.

(Grazie per il suggerimento di notizie Guardian EvaUnit02)

Altre novità del settore