FChamp bandito indefinitamente da Capcom Pro Tour, East Coast Throwdown a causa di uno scherzo

FChamp vietato

Il concorrente di e-sport Ryan "FChamp" Ramirez - meglio conosciuto all'interno dei circoli FGC come il cattivo ad alta voce, "Champ filippino" - è stato bandito indefinitamente da Capcom Pro Tour e East Coast Trhowdown perché ha pubblicato un tweet con un'anguria che conteneva il hashtag #WatermelonLivesMatter.

Di seguito puoi vedere il tweet originale che gli ha procurato calore dall'Inquisizione intersezionale.

L'assurdità dei divieti è arrivata tramite annunci sui social media, con East Coast Throwdown che ha lanciato un guanto salato il 13 giugno 2020.

FChamp non ha accettato il divieto di sdraiarsi, tuttavia, e quando una virtù che ha segnalato la debolezza ha tentato di patrocinarlo con il becco di sinistra, FChamp lo ha giustamente posto al suo posto.

Ma i suoi guai non finirono con l'East Coast Throwdown.

Qualcuno alla Capcom aveva le mutande così attorcigliate sul proprio odio bianco interiorizzato, che bandirono indefinitamente FChamp dal Capcom Pro Tour per lo scherzo completamente innocuo.

Se non sei in grado di leggere il tweet o visualizzare l'immagine pubblicata dal comitato e-sports di Capcom, si afferma ...

"Ryan" FChamp "Ramirez è bandito indefinitamente da tutti gli eventi di proprietà e / o gestiti da Capcom, tra cui Capcom Pro Tour e Street Fighter League per violazione del codice di condotta dei giocatori.

"Questo è un divieto globale, nel senso che si applica a tornei ed eventi in tutte le località del mondo."

Dal momento che il Capcom Pro Tour si fa strada attraverso EVO, suppongo sia sicuro dire che FChamp non avrà la possibilità di diventare di nuovo campione EVO presto.

Per quanto riguarda il codice di condotta del giocatore di Capcom, se si controlla il pagina delle regole non c'è letteralmente nulla nelle regole che dicono che non si può scherzare sulle angurie.

FChamp non ha usato alcun "linguaggio offensivo, imprecazioni, urla o minacce" e certamente non ha commesso alcun tipo di molestia o intimidazione nei confronti di altri giocatori, personale o spettatore, poiché il suo commento si è svolto al di fuori dei confini del torneo. e non era diretto a nessuno in particolare.

Questo è fondamentalmente un disgustoso abuso di potere da parte dei comitati di e-sport che stanno trasformando la comunità dei giochi di combattimento in un buco infernale comunista per nient'altro che mostri, degenerati e fragili di sinistra.

(Grazie per il suggerimento Ebicentre)