La filiale editoriale di Konami vuole pubblicare giochi di terze parti e altro ancora

Non è sbagliato affermare che Konami si è rivolto ai giochi mobili e pachinko. Tuttavia, la società vuole entrare nello spazio editoriale con la sua nuova filiale che aiuterà a pubblicare giochi di terze parti o nuovi che vanno da indie, double-A e triple-A.

Sito web mcvuk.com è stato in grado di mettersi in contatto con Richard Jones di Konami - senior brand e responsabile dello sviluppo aziendale - e chiedergli del ramo editoriale appena aperto. La risposta di Jones in merito all'attuale piano dell'azienda è la seguente:

“Siamo alla ricerca di titoli entusiasmanti e innovativi su scala variabile. E siamo davvero entusiasti di questo nuovo programma. Non vediamo l'ora di mostrare a tutti dove stiamo andando. "

Jones continua:

“L'obiettivo principale di questo programma è quello di ampliare il nostro portafoglio. Ed è quello di appesantirlo con giochi entusiasmanti e diversi, e in particolare giochi che si rivolgono anche al mercato occidentale.

L'idea è quella di diversificare il portafoglio. Quindi stiamo cercando di lavorare con studi esterni di tutte le dimensioni, fino alla doppia A e oltre ad un certo punto. ”

In altre parole, il ramo editoriale di Konami vuole concentrarsi sull'ampliamento del portafoglio di giochi e sviluppatori associati a tale ramo. Tuttavia, ciò include il lavoro con "giochi entusiasmanti e diversificati" e il targeting per "il mercato occidentale".

Inoltre, Jones osserva che il ramo editoriale di Konami aiuterà in qualsiasi operazione che potrebbe essere in corso in Giappone. In altre parole, se un gioco Konami viene rilasciato in Giappone, questo nuovo ramo editoriale sarà in grado di aiutare con la distribuzione al di fuori del Giappone:

“Stiamo cercando di integrare ciò che sta succedendo in Giappone. Quindi i team di sviluppo in Giappone stanno continuando a lavorare sull'IP Konami. E continueremo a pubblicare quei titoli. Quindi l'idea di ciò che offre questo programma è la possibilità per noi di Konami Europe, e anche i miei colleghi negli Stati Uniti, di trovare titoli complementari ".

Jones menziona anche il successo di Konami facendo affidamento sul mercato giapponese e asiatico:

“L'altra area in cui Konami può eccellere è quella rotta verso il mercato giapponese. Quindi, mentre lavoro per Konami Europe e cerco prodotti per il mercato europeo. Penso che una delle aree interessanti che potrebbero interessare alcuni studi sia la nostra strada verso il mercato giapponese e asiatico ”.

A parte questo piano, Konami vuole anche offrire "ottimi servizi agli studi di tutte le dimensioni". Di seguito è riportato un estratto di Jones che spiega come Konami intende offrire "ottimi servizi" a coloro che vogliono collaborare con l'azienda:

"Sappiamo tutti che esiste un certo numero di editori che offrono ottimi servizi agli studi di tutte le dimensioni. Ma crediamo di avere una forte offerta che possiamo offrire alle persone la soluzione perfetta per determinati sviluppatori.

Jones in seguito rileva che il ramo editoriale di Konami può fornire agli sviluppatori il supporto tradizionale come qualsiasi altro editore. Ciò significa che la società è in grado di offrire "competenze" a team internazionali per gestire attività come marketing, pubbliche relazioni, vendite, distribuzione, nonché servizi di sviluppo, quali QA, localizzazione, classificazione per età e relazioni con terzi:

“Gli sviluppatori non sono necessariamente dotati di capacità interne per ruoli editoriali. Quindi siamo in grado di offrire il supporto di cui hanno bisogno, a quegli studi che potrebbero essere interessati al percorso degli editori, portiamo la nostra esperienza e i nostri team internazionali per gestire compiti che probabilmente non vogliono, o che non , hanno la capacità di farlo: marketing, pubbliche relazioni, vendite, distribuzione, nonché servizi di sviluppo, quali QA, localizzazione, classificazione per età e relazioni con terze parti. Quindi tradizionalmente ciò che porta l'editore.

E dicendo che vogliamo che lo sviluppatore sia al centro e al centro, vogliamo consentire loro di fare ciò che amano fare, fare ciò che sanno fare meglio, ovvero creare giochi, e quindi possiamo adattarci e fare la parte sul mercato ".

Infine, Konami afferma anche nell'intervista che sta “tornando sul mercato delle console e dei PC” grazie al nuovo ramo dell'editoria di terze parti.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.