Netflix rimuove È sempre soleggiato nell'episodio di Philadelphia per "Blackface" Joke

È sempre vietato il sole

Netflix ha ripulito il suo catalogo di film, spettacoli e materiale multimediale presentato sulla piattaforma che loro o un pubblico selezionato di curatori della giustizia sociale hanno ritenuto "inappropriato" o "problematico" per [l'anno in corso]. Uno di questi spettacoli che è stato catturato nel fuoco incrociato della censura è l'originale FX, C'è sempre il sole a Filadelfia, a cui è stato vietato un episodio dal servizio di streaming di sinistra per contenere una battuta "blackface".

Digital Spy riferisce che nella stagione 6, episodio 9, intitolato "Dee Reynolds: Shaping America's Youth", c'erano scene che Netflix riteneva inappropriate e quindi rimosso l'episodio dalla loro piattaforma l'11 giugno 2020.

C'è un riepilogo dell'episodio che è stato trasmesso nel 2010 e disponibile su A / V Club. Supponendo che tu fossi interessato a scoprire che cosa esattamente lo ha reso un obiettivo primario per la censura. Ma per quelli di voi che non vogliono fare clic sul collegamento, fondamentalmente Mac, interpretato da Rob McElhenney, si trucca per sembrare Roger Murtaugh dal Arma letale serie. Lo spettacolo satira un potenziale Arma letale 5.

Sono più sorpreso che non abbiano vinto anche la stagione 9, episodio 9 della line-up, dal momento che lo show è stato falsificato Arma letale 6, and they had Mac and Deandra made up to look like Murtaugh and his wife. The cast even joked about it back in 2015 on Conan’s talk show, which just goes to show that over the course of  five years you can’t even satirize black people anymore.

Bene, ora che è in corso l'eliminazione di qualsiasi contenuto che offenda l'Inquisizione intersezionale, non aspettarti che la censura o i divieti cessino. In effetti, aspettati più spettacoli, più episodi e più contenuti per ottenere l'ascia.

In ogni caso, C'è sempre il sole a Filadelfia ora si unisce ad altri spettacoli come The League of Gentlemen, Little Britain e Il Mighty Boosh nell'elenco sempre più crescente di spettacoli ed episodi banditi da Netflix per aver offeso gli arbitri di intrattenimento mediatico della sinistra regressiva.

(Grazie per il suggerimento TheQuartering)