Army Of Two Retro Review: quasi meglio dei sequel

Esercito di due retrò recensione

Titolo: Esercito di due
Genere: Sparatutto in terza persona
Giocatori: 1 - 2 (schermo diviso o online)
piattaforme: Xbox 360, PS3
Sviluppatore: EA Montreal
Editore: Electronic Arts
Data di rilascio: Marzo 4th, 2008

EA Montreal non è sempre stato un gruppo di sviluppo di livello nazionale convergente del terzo mondo che ospitava assunzioni di diversità e produceva giochi inutili che non si rivolgono a nessuno tranne Twitterati e i sicofanti mentali. C'è stato un tempo in cui Electronic Arts era entusiasta di creare giochi per giocatori reali, e tra il 2007 e il 2013 lo hanno fatto. Esercito di due fu uno dei loro titoli sperimentali che iniziò un franchise di breve durata durante gli ultimi anni.

Ho finito per ripetere i giochi di recente ma in ordine inverso, a partire dal sequel, Army of Two: il 40 ° giorno. Il gioco presentava alcuni punti salienti ma mancava un sacco di contenuti e funzionalità a causa del fatto che la squadra ricominciava da capo con le risorse, il che significava che tutti i modelli di personaggi, le maglie delle armi e le trame erano stati eliminati dal primo e ridistribuiti per il sequel con risoluzione di qualità superiore e più triangoli per entità.

Però, Il Giorno 40th mancavano molte funzioni pulite presenti nell'originale, come il paracadutismo, il doppio taglio, più segmenti back-to-back, veicoli, varie missioni secondarie e una discreta selezione di armi laterali.

Army of Two - Menu principale

Professionisti:
+ Più armi che sequel
+ Un sacco di momenti cooperativi e meccanici
+ Alcuni segmenti veicolari cooperativi
+ collaterali obiettivi
+ Storia più tatticamente fondata rispetto ai sequel
+ Ambienti di grandi dimensioni per opportunità di affiancamento
+ Pozz-Free; nessun POCker o propaganda degenerata

Contro:
-Non tante opzioni di personalizzazione quanti sequel
-Controlli ingombranti per il cambio dell'arma
-Nessun pulsante corpo a corpo dedicato
- File modello poli inferiori per personaggi, armi
-Filtro delle trame di qualità inferiore rispetto ai sequel
-La recitazione vocale non è buona come i sequel
-Media 30fps

Esercito di due - Clyde

La storia per la prima Esercito di due è molto più coerente ma disordinato come quello di Il Giorno 40th. Il gioco inizia con Tyson Rios ed Elliot Salem nel ruolo di Ranger statunitensi che lavorano a fianco di un mercenario privato di nome Clyde. Aiutano Clyde a eliminare il suo obiettivo e scoprire che potrebbero guadagnare molto più denaro come mercenari privati ​​piuttosto che come soldati, quindi si uniscono a SSC.

Le prime fasi del gioco sono molto più radicate dei suoi sequel, concentrandosi sulle missioni che si svolgono in Africa e in Afghanistan, nonché legando alcune delle missioni a eventi della vita reale come l'9 settembre.

La prima metà del gioco mantiene le missioni ragionevoli e in qualche modo realistiche, non troppo diverse da quelle di Yager Spec Ops: The Line<che per certi versi sembra la direzione in cui stavano andando con la serie, ma poi la seconda metà del gioco diventa ridicola con esplosioni esagerate e set di Michael Bay, che ricordano il massacro e il caos senza sosta di Il Giorno 40th.

Esercito di due

Avrei preferito se il gioco fosse rimasto a terra e fatto in modo che Rios e Salem si mescolassero in diverse regioni del mondo devastate dalla guerra invece di cercare di trasformarle in John McClane e Martin Riggs.

L'ultima metà del gioco cerca anche disperatamente di correre attraverso la storia e di concludere tutte le cose in sospeso per riunire tutto in un piccolo pacchetto non così perfetto con un arco, anche a spese della giocabilità. Ad esempio, non puoi nemmeno giocare alla missione finale del boss, è solo una sequenza cinematografica per mettere tutto in ordine e in ordine, o qualcosa di simile a quel concetto.

Tuttavia, la coppia di giramondo guadagna denaro per completare gli obiettivi principali e le missioni secondarie, che possono quindi essere utilizzate per acquistare nuove maschere, armi primarie, armi laterali o armi speciali.

Esercito di due

Proprio come i sequel, hai tre armi che puoi portare in qualsiasi momento: primaria, secondaria e speciale.

La selezione dell'arma è leggermente più varia rispetto ai due sequel, ma non di molto. È strano che questa serie di breve durata sia riuscita a ridurre i contenuti con ogni iterazione aggiuntiva anziché migliorare la selezione dei contenuti.

Mentre la maggior parte delle armi primarie sono rimaste le stesse per tutta la serie, le armi laterali sono molto più robuste nell'originale, tra cui un revolver, una Beretta da 9 mm e diverse mitragliatrici.

Puoi personalizzare ogni arma, potenziando la canna, il calcio, il soppressore, la capacità del caricatore, le modifiche sotto la canna e selezionando se vuoi "eliminare" un'arma o meno.

A differenza dei sequel non hai accesso a ampie opzioni di personalizzazione della livrea, solo una singola opzione stimolata o meno. Le versioni magnetiche delle armi non sembrano male, dato che per lo più presentano incisioni appositamente marcate con placcatura in oro o argento e alcune parti cromate.

Esercito di due

Sfortunatamente le versioni magnetiche non sembrano uguali nella schermata di personalizzazione come nel gioco reale, con la maggior parte delle incisioni non visibili o i colori della livrea distorti. Questa è probabilmente una delle maggiori differenze tra il gioco originale e i sequel, perché nei sequel l'aspetto delle armi nel menu di personalizzazione è anche l'aspetto del gioco reale.

Un'altra grande differenza è che tutte le modifiche alla personalizzazione sono aggiornamenti sequenziali nella prima Esercito di due. Pertanto, ogni nuova modifica di botte, caricatore, magazzino o sottobotte deve essere sbloccata in sequenza. Non puoi semplicemente scegliere quello che vuoi e aggiungerlo all'arma. Quindi, per esempio, se vuoi un lanciagranate sotto il peso per Famas o M4, devi prima acquistare l'impugnatura verticale, quindi il fucile sotto il filo e poi acquistare il lanciagranate.

Army of Two - Desert Eagle

Non è un rompicapo, ma è abbastanza fastidioso che non puoi semplicemente acquistare la mod che desideri senza prima dover acquistare aggiornamenti non necessari per le armi.

Inoltre, il gioco presenta alcune statistiche nascoste. Ad esempio, i revolver e gli upgrade finali del barilotto di Desert Eagle aggiungono un sacco di danni aggiuntivi ma a scapito dell'accuratezza.

Quindi quando sparerai mancheranno prontamente i ragazzi anche quando sono su di te. Puoi anche dimenticare completamente di sparare a lungo raggio quando equipaggi gli aggiornamenti a botte per quelle armi.

Anche se questo potrebbe non essere un grosso problema per alcuni giocatori, c'è un ulteriore problema: se esaurisci le munizioni nelle tue pistole a causa degli aggiornamenti imprecisi del barile, non puoi raccogliere altre armi che cadono i nemici.

Puoi dare un'arma al tuo compagno di squadra, ma ciò non risolve davvero la mancanza di problemi di munizioni o l'incapacità di raccogliere nuove armi.

Army of Two - Salvataggio di Alice

Fondamentalmente significa che una volta che corri a secco, sei a secco e devi cercare le munizioni che i nemici hanno lasciato cadere, o sperare in un pilota su un bi-aereo sopra una luna blu che puoi tirare fuori dagli attacchi in mischia altamente inaffidabili a abbattere i nemici.

A differenza dei sequel, nel primo non è presente un pulsante di mischia dedicato Esercito di due.Le tue azioni in mischia con il tuo pulsante di attacco attaccato al grilletto destro. Se lo tocchi mentre sei vicino a un nemico, Salem o Rios eseguiranno un attacco in mischia sensibile al contesto, che spazia dai nemici che saltano a calci ai colpi di testa, li porta a stendibiancheria a terra per gomitarli in aria.

Se gli attacchi in mischia hanno funzionato in modo più efficiente e non erano completamente inaffidabili, allora potrebbero essere stati molto più divertenti da usare, ma allo stato attuale sembra una funzionalità che è stata affrontata alla dodicesima ora e non correttamente testata.

A volte funziona, a volte no.

Ora la maggior parte dei giocatori potrebbe supporre che ciò significhi che i sequel sono automaticamente migliori: migliore personalizzazione, migliore grafica e più qualità della vita.

Bene, non è proprio vero.

Esercito di due - Alice

Il primo Esercito di due aveva i sottotitoli, il secondo no. Non ho idea del perché, ma non l'ha fatto.

Il primo Esercito di due c'erano anche più segmenti cooperativi back-to-back in cui tu e il tuo compagno di squadra dovreste abbattere al rallentatore poco più di una manciata di nemici da tutte le parti. Ci sono state molte volte in cui questa meccanica è stata impiegata nel primo gioco, ma si è presentata solo due volte nel sequel.

La meccanica step-up è stata implementata anche con maggiore finezza tattica nel primo gioco rispetto al sequel. Nel primo gioco non potevi semplicemente spingere il tuo compagno di squadra su una sporgenza e sperare che tutto andasse bene. In genere avresti bisogno di potenziarli abbastanza in modo che potessero verificare se l'area era libera prima di procedere, altrimenti c'erano volte in cui avresti potenziato il tuo compagno di squadra solo per farli abbattere dai nemici in piedi e ti aspettavano sul l'altro lato della sporgenza.

Nel primo gioco c'erano anche alcune altre fantastiche funzioni cooperative che erano assenti anche dai sequel, come la possibilità di guidare un aeroporto di Miami allagato in un hovercraft o farsi strada attraverso i fiumi cinesi e abbattere il tuo inseguitori mentre una persona navigava nei fiumi mentre l'altra presidiava la torretta.

Army of Two - Aggro Meter

Un'altra caratteristica interessante del primo gioco che era assente nei sequel è l'opzione Overkill. Il Esercito di due i giochi hanno un aggro meter che si accumula quando un giocatore attira l'attenzione dei nemici. Se il contatore è pieno, allora il giocatore che non ha aggro diventa praticamente invisibile. Tuttavia, nel primo gioco puoi fare un ulteriore passo attivando Overkill se l'aggro metro dell'altro giocatore è al massimo.

Overkill mette il gioco al rallentatore mentre Rios e Salem hanno brevemente un numero illimitato di munizioni nelle loro pistole. Ti dà l'opportunità di abbattere chiunque e tutti in vista per un breve periodo di tempo. Non sei invincibile, però, quindi devi ancora fare attenzione.

Per quanto riguarda la giocabilità, il gioco gestisce abbastanza decentemente. Non c'è abbraccio al muro come nei sequel, ma puoi toccare Triangolo per passare rapidamente alla copertina. Le riprese funzionano come previsto per alcune armi, ma in realtà non riesci a vedere il porno-pistola come nei sequel poiché la telecamera è più dietro la schiena del personaggio, oscurando le armi nella loro mano, piuttosto che sbirciare da sopra la spalla a un leggero angolo come in Il Giorno 40th e Cartello del diavolo.

Army of Two - Carry Co-op

Inoltre, non esiste un pulsante di scatto, il che rende difficile la navigazione di alcune mappe a volte, soprattutto quando si hanno obiettivi a tempo da completare.

L'incapacità di passare da uno schermo diviso verticale a uno orizzontale ha anche reso le cose un po 'frustranti quando si trattava di non riuscire a vedere determinati oggetti sul terreno, come valigette o casse di rifornimento che si potevano raccogliere.

Mi è piaciuta la colonna sonora della prima Esercito di due, anche se. Aveva alcuni bei pezzi orchestrali e tribali martellanti non solo per adattarsi al ritmo del combattimento, ma anche per i locali esotici.

Army of Two - Eisenhower

Dall'altro lato della medaglia, la recitazione di Salem e Rios era un po 'dura qui. Il Giorno 40th davvero brillato grazie a Jonathan Adams e Nolan North che infondono molto carattere e carisma nel duo mercenario. Avevano una relazione più amichevole ma competitiva nel sequel, dove - come nel primo gioco erano molto più antagonisti l'uno verso l'altro.

Nel complesso, dovrei dirlo Esercito di due è un gioco più sui concetti di gioco che sulla meccanica concreta. Ci sono alcune caratteristiche interessanti nel gioco, ma non tutte funzionano bene o funzionano correttamente, specialmente gli attacchi in mischia.

La personalizzazione è in qualche modo lineare e semplificata e non ottieni tante parti né la possibilità di scambiare parti tra diverse armi come nei sequel, ma ottieni più scelte di armi nel primo gioco (che è strano, per non dire altro).

Esercito di due - Salem e Rios

Visivamente il gioco non è male, ma Il Giorno 40th è ancora probabilmente la voce più bella della trilogia. Salem e Rios sembrano dei super-cattivi in ​​quel gioco e sono molto più grandi della vita rispetto alla prima voce. La motion capture aggiunta per le animazioni ha anche aumentato i valori di produzione e l'appeal della presentazione per i sequel.

Tuttavia, gli elementi visivi a bassa fedeltà con una risoluzione della trama di qualità inferiore e poligoni inferiori per la geometria hanno consentito agli sviluppatori di avere ambienti più grandi con più percorsi e opportunità di fiancheggiamento. I tempi di caricamento erano anche più brevi e meno frequenti di Il Giorno 40th.

Vorrei solo che ci fosse un modo per combinare tutte le parti buone di ciascuno dei giochi in una vera gita, ma questo si aspetterebbe troppo da EA. E durante [l'anno in corso] ho potuto solo immaginare Esercito di due diventando un disastro risvegliato in cui i due personaggi principali sono orribili lesbiche o trans che odiano gli uomini e si oppongono costantemente all'oppressione, al patriarcato e alla supremazia bianca.

Comunque, se dovessi dare un verdetto per il primo Esercito di due, Direi di provarlo. Vale la pena giocare per la novità ma molto simile Il Giorno 40th, i valori di riproduzione sono piuttosto sparsi. Anche se, almeno Il Giorno 40th aveva il percorso di moralità alternativo sbloccabile da collezionare, che non sono presenti nel primo gioco.

Verdetto:
TryIt2