Halo: Infinite Dev afferma che la critica grafica non cade sulle orecchie sorde

Dopo essere stato colpito da diverse fonti, Dan Chosich di 343 Industries è uscito per rivolgersi a un fan fiducioso ma scontento della grafica del gioco di nuova generazione e di come alone la serie viene gestita. Secondo Chosich, qualsiasi feedback o critica riguardo all'imminente alone il gioco non cadrà nelle orecchie dei non udenti.

Halo: Combat Evolved, Halo 2, Halo 3e così via mettono il franchise sulla mappa non solo come divertente ma iconico. Sebbene multipli alone i giochi sono usciti in seguito, molti giocatori e fan hanno notato un declino della qualità della serie andando avanti, che è diventato evidente quando Halo 5: Guardians rotolato.

Nonostante la quinta installazione della serie in corso abbia una solida esperienza multiplayer, la modalità storia non era nulla di cui scrivere a casa ed è qualcosa che Microsoft e 343 Industries hanno riportato Halo: Infinite's dipartimento grafico quando il trailer della campagna è andato in onda il 23 luglio 2020.

Espandendo l'idea di cui sopra arriva un fan fiducioso ma deluso del alone serie che prevedevano sei tweet rivolti a coloro che lavorano presso Microsoft e 343 Industries. Questo fan delinea le sue preoccupazioni e la sua frustrazione con la cura di alone e come gestire il franchising con maggiore cura.

Sebbene il fan credesse che nessuno alla Microsoft o alla 343 Industries avrebbe letto o visto la sua lunga serie di tweet, è accaduto il contrario e Chosich ha risposto con la seguente risposta:

In altre parole, Chosich vuole onorare l'establishment passato di Bungie per quanto riguarda il alone giochi (che mettono la serie sulla mappa) prendendo il feedback dei fan e applicandolo Halo: infinito.

Mentre aspettiamo di scoprire se Halo: infinito sarà qualcosa di degno di nota o no, il gioco in questione debutterà nei prossimi mesi su Xbox One e Xbox Series X.