Marty O'Donnell offre la sua collaborazione su Activision e Bungie Partnership

È emerso un nuovo rapporto che vede il co-fondatore ed ex dirigente di Bungie Marty O'Donnell, che raffigura l'uomo che offre la sua opinione sulla partnership con Activision "brutto dall'inizio".

Activision non è estraneo alle controversie. Sia che si tratti della società che aggiunge microtransazioni che sollevano un sopracciglio al CEO Bobby Kotick che tira il suo solito trucco salariale per fare più soldi, la società, a questo punto, è nota per fare mosse inaffidabili senza dubbio.

In aggiunta a quel sentimento c'è O'Donnell, un individuo noto per aver composto musica per videogiochi e aver lavorato con Bungie su giochi come Oni, Mito, alone e Destino.

sito di pubblicazione gamesindustry.biz cita O'Donnell dicendo quanto segue durante un'intervista con YouTuber HiddenXperia alla domanda sull'accordo tra Bungie e Activision:

"Eravamo in totale sette, credo ... e abbiamo stretto l'accordo con Activision. Sapevamo che era un rischio sin dall'inizio, e si è rivelato esattamente così grave come pensavamo che fosse. "

O'Donnell continua ed elabora la situazione relativa ad Activision e Bungie e mette in evidenza:

"Sono l'unico che lo dirà, tranne chiunque non lavori più per Bungie, e chiunque non lavori più per Bungie dirà, 'sì, è stato male dall'inizio.'"

Dopo aver offerto la sua opinione sull'accordo con Activision, O'Donnell osserva che la relazione tra l'editore e lo sviluppatore non era un "matrimonio fatto in paradiso", il che implica che era piuttosto il contrario:

"Quello non era affatto un matrimonio fatto in paradiso."

Il sito di pubblicazione ha fornito il seguente estratto di O'Donnell durante l'intervista su YouTube, che tocca l'uomo in questione parlando del futuro controllo IP e degli eventi che si sono verificati dopo che Bungie ha firmato un accordo di pubblicazione pluriennale con Activision nel 2010 - questo è dopo Bungie si separarono con Microsoft e il alone IP:

"Continuavo a dire che dovevamo essere in grado di possedere e controllare l'IP e Activision era d'accordo, e tutti gli altri grandi attori in quel periodo non avrebbero accettato di farlo, incluso Microsoft che era molto vicino a fare un'offerta seria [ ]. Siamo quasi tornati da Microsoft, se puoi crederci. "

Il sito di pubblicazione rileva che O'Donnell "è stato lasciato andare da Bungie senza motivo nel 2014", dopo aver affermato che Activision stava interferendo con Destiny processo creativo.

Infine, O'Donnell ha vinto un procedimento legale nel 2015 contro Bungie dopo che la società lo ha costretto a rinunciare alle sue azioni e ad eventuali diritti a utili futuri.