Apple chiude l'account di sviluppo di Epic Games

Come in precedenza segnalati, Apple ed Epic sono attualmente impegnate in una battaglia legale sulla proprietà e il controllo degli ecosistemi privati. In cui Apple sostiene di avere il diritto di controllare il proprio ecosistema privato, mentre Epic sostiene che il permesso loro di farlo è una violazione dello Sherman Act.

Nel caso si è verificato un nuovo sviluppo, poiché Apple ha revocato l'account di sviluppo di Epic. Senza gli strumenti forniti dall'accesso a questo account, Epic non sarà più in grado di svilupparsi Fortnite per qualsiasi dispositivo iOS. Inoltre, ora non sono in grado di sviluppare ulteriormente l'Unreal Engine per i sistemi iOS.

Epic ha presentato un file ingiunzione fare in modo che la legge costringa Apple a fare affari con loro durante il procedimento legale.

(1) impedire al Convenuto di Apple Inc. ("Apple") di rimuovere, cancellare dall'elenco, rifiutare di elencare o altrimenti rendere non disponibile l'app Fortnite, incluso qualsiasi suo aggiornamento, dall'App Store sulla base del fatto che Fortnite offre il pagamento in-app elaborazione tramite mezzi diversi dall'Acquisto In-App di Apple ("IAP") o su base pretestuale; (2) impedire ad Apple di rimuovere, disabilitare o modificare Fortnite o qualsiasi codice, script, funzionalità, impostazione, versione o aggiornamento degli stessi da qualsiasi dispositivo dell'utente iOS; e (3) impedire ad Apple di intraprendere qualsiasi azione avversa contro Epic, incluso ma non limitato a limitare, sospendere o terminare qualsiasi entità Epic dal Programma per sviluppatori di Apple, sulla base del fatto che Epic ha abilitato l'elaborazione dei pagamenti in-app in Fortnite con mezzi diversi da IAP o sulla base dei passaggi che Epic ha intrapreso per farlo.

Questa mozione viene formulata sulla base del fatto che (1) in assenza di un ordine restrittivo temporaneo concesso senza ulteriore preavviso, è probabile che Epic subisca un danno irreparabile; (2) che è probabile che Epic abbia successo in base alle sue affermazioni secondo cui la condotta di Apple viola lo Sherman Act; (3) che l'equilibrio delle azioni pende nettamente a favore di Epic; e (4) che l'interesse pubblico sostiene un'ingiunzione.

È improbabile che l'ingiunzione di Epic riceva un verdetto favorevole. Al di fuori degli accordi contrattuali, i tribunali non possono obbligare un individuo o una società a impegnarsi in attività con un'altra entità. Poiché Epic ha deliberatamente e meditato violare i Termini di servizio di Apple con l'intento di citare in giudizio, non è rimasto alcun contratto da applicare.

Inoltre, è improbabile che la loro causa abbia successo poiché iTunes App Store di Apple non è un mercato pubblico. Il Atari Games Corp. V. Nintendo of America causa legale ha istituito una società che ha il diritto legale di mantenere il controllo sul proprio ecosistema privato.

Ciò che Epic sta tentando di fare con la loro causa è annullare decenni di legge che sancisce la proprietà al produttore dell'ecosistema del suo prodotto. Se ciò avrà successo, il precedente non si applicherà solo ad Apple e Google, ma si applicherà anche a Nintendo, Microsoft e Sony.

Sfortunatamente per Epic, hanno calcolato male.

Apple ha una notevole posizione dominante sul mercato da parte di milioni di consumatori fedeli dei suoi prodotti. Sono in una posizione in cui sono in grado di resistere alla perdita di non avere più Fortnite e l'Unreal Engine 4 nel loro ecosistema. Epic, in confronto, ha concorrenza in quell'ecosistema. Concorrenza che è più che desiderosa di conquistare gli sviluppatori, quindi anche in caso di un'ipotetica vittoria per quanto poco plausibile, perderebbero una sostanziale presa di mercato da questo divieto.

Tieni presente anche questo, Apple li terrà bannati e il loro account verrà chiuso durante il procedimento iniziale e successivamente in caso di vittoria. Se Epic dovesse vincere, il divieto continuerebbe attraverso il processo di appello che Apple, Google, Sony, Microsoft e Nintendo porteranno fino alla Corte Suprema, se necessario. Ci vorranno anni, durante i quali Epic non avrà accesso al mercato. Anche se in qualche modo vincono, ci sono buone probabilità che i tribunali stabiliscano che Apple non deve ancora fornire loro l'accesso agli strumenti di sviluppo, rendendo l'intera procedura una vittoria di Pirro.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.