Hollywood entra in modalità panico dopo l'annuncio di WB

La Warner Brother ha annunciato che la loro intera formazione per il 2021, che include Wonder Woman 1984, sarà rilasciata gratuitamente su HBO Max. Questo annuncio arriva nel modo in cui il Hollywood Reporter che ha dato la notizia giovedì scorso.
La maggior parte della prossima lista di Warner Brother per il 2021 non avrebbe mai realizzato un profitto o fatto tutti i soldi che volevano. Alcuni dei loro film continuano ad essere impantanati nella politica dell'identità progressista, mentre altri non hanno alcun interesse significativo da parte del pubblico necessario per produrre grandi incassi. L'unica potenziale salvezza di quest'ultima risiedeva in budget bassissimi che quasi garantivano che qualsiasi spettacolo decente avrebbe prodotto un profitto.

I dirigenti della Warner Brother hanno registrato con l'Hollywood Reporter il modo in cui credono che la mossa sia ciò che è nel migliore interesse sia del cliente che delle sale cinematografiche che saranno organizzate ulteriori accordi lucrativi. Il presidente della Warner Brother, Toby Emmerich, ha dichiarato che crede che le persone andranno ancora al cinema a guardare i film, quindi questa decisione non avrà un impatto negativo su detta industria.

Il contrasto tra le loro affermazioni e la realtà dipinge un quadro diverso. Secondo tutte le osservazioni, l'industria cinematografica sta morendo, essendo un miracolo, le prime tre catene negli Stati Uniti emergeranno dal 2021 in grado di generare il blockbuster da un miliardo di dollari di un tempo. La società madre della Warner Media, AT&T, lotta sotto il paralizzante carico di debito di oltre centocinquanta miliardi di dollari.

L'idea che sia possibile mantenere la scaletta di un intero anno è ridicola. La decisione di Warner Media è una mossa calcolata volta a spingere HBO Max a un punto in cui genera le entrate necessarie per giustificare l'esistenza dell'azienda ad AT&T. Dopotutto, è del tutto nella sfera delle possibilità per AT&T trasferire parte del debito sulle sue sussidiarie e scaricarle. È così che la redditizia catena Toys Are Us è fallita.

Secondo le ultime indiscrezioni emerse da una trasmissione dal centro della Terra, Doomcock rivela che la decisione ha mandato tutta Hollywood in modalità panico.

[youtube https://www.youtube.com/watch?v=8q5REsO2Gmk]

Non solo perché hanno messo la loro formazione sul loro servizio di streaming, che si dice sia problematico per il settore in quanto dà a HBO Max un enorme impulso rispetto alla concorrenza. No, il fatto che lo faranno gratuitamente è ciò che ha mandato l'industria nell'isteria. Se Warne Brothers mette gratuitamente i propri contenuti sulla propria piattaforma, i consumatori si aspettano che lo facciano anche loro.

Significa niente più affitti da trenta dollari, niente più contenuti controllati. Non importa, è discutibile se i sistemi precedenti abbiano persino generato profitti. Nessuna delle società è troppo ansiosa di discutere la realtà finanziaria e invece di affrontare la questione buttando fuori statistiche dal suono positivo. L'industria non è felice. O seguono l'esempio o consentono a HBO Max di avere l'offerta migliore mentre sembra essere il servizio di streaming più consumer-friendly.

Forse questo avverrà quando l'industria si prenderà il tempo di riflettere sul proprio comportamento, sulla mentalità anti-americana e sull'elitarismo. Cambiare il modo in cui fanno affari, tagliare il grasso e uscire da questa crisi rinati ed efficienti. Probabilmente si schianteranno e bruceranno sulla scena dell'irrilevanza.

pubblicato in News

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.