Diablo 4: L'hype da solo non funzionerà questa volta

diablo4

Il franchise di Diablo ha attraversato il tormento negli ultimi anni. La tanto pubblicizzata terza voce era perfettamente a posto, problemi iniziali del server a parte, ma il gioco mobile bloccato e quella citazione ormai famigerata di Wyatt Cheng ("ragazzi non avete telefoni?") Hanno rivelato un divario tra i piani di Blizzard per Diablo e cosa i fan volevano davvero per il leggendario ARPG.

Diablo 4, quindi, potrebbe fungere da arco di redenzione del dungeon crawler. Tuttavia, nonostante abbia ricevuto il suo primo trailer a novembre 2019, rimane in fase di sviluppo iniziale. L'unica informazione concreta che i fan hanno riguardo a Data di rilascio di Diablo 4 è che non uscirà nel 2021 o, in effetti, presto. Dopotutto, questo franchise è durato 12 anni senza un gioco.

Percorso dell'esilio

Un bel po 'di clamore è dietro la popolarità di Diablo, ma il quarto gioco avrà una dura battaglia per generare lo stesso tipo di buzz del suo predecessore. Ignorando il file reazione a Diablo Immortal, che non è ancora stato rilasciato, il mercato dei bottini e dei dungeon crawler è molto affollato. Borderlands, Torchlight, Grim Dawn e Path of Exile sono tutti ARPG estremamente popolari.

Forse la cosa peggiore di tutte, però, era il fatto che Diablo 3 era superficiale come una pozzanghera. A questo proposito, Path of Exile ha già battuto Blizzard. Il gioco free-to-play ha un complesso albero delle abilità che presenta più di 300 abilità attive e di supporto. Inoltre è in continuo aggiornamento, sebbene Eurogamer abbia descritto il file lancio della sua più recente espansione - Ultimatum - come "catastrofico".

In ogni caso, la presa di Path of Exile sul mercato di Diablo è qualcosa che Blizzard deve usare per informare lo sviluppo del quarto gioco. 

microtransazioni

Diablo 4 quasi sicuramente avrà successo al lancio, ma il gioco deve avere una rigiocabilità estesa e non solo per intrattenere i fan. Le microtransazioni sono il pane quotidiano di Blizzard. I suoi titoli più popolari, come Overwatch e Hearthstone, sono finanziati almeno in parte da piccoli acquisti. E, come evidenziato dalla casa d'aste a soldi veri nel terzo gioco, lo era anche Diablo.

È qui che il treno pubblicitario potrebbe deragliare. I fan di Diablo sono più vecchi dei giocatori di Overwatch, ad esempio, e possono essere tradizionalmente sbagliati. Il motivo per cui Immortal ha fallito nel momento in cui è stato menzionato è che è un gioco free-to-play finanziato da microtransazioni. Blizzard non ha nemmeno bisogno di confermare quest'ultimo punto. È la fonte di finanziamento più popolare per le app mobili.

Casa d'aste

La casa d'aste non era popolare tra la maggior parte dei fan e alla fine è stata rimossa da Diablo 3 come gesto di buona volontà nei confronti dei giocatori. Tuttavia, una parte significativa di giocatori ha ignorato il gioco per fare trading sulla casa d'aste. Entrambi questi risultati potrebbero plasmare Diablo 4 in modi completamente diversi, ma è difficile vedere il franchise evitare il creep del modello "freemium". 

In sintesi, l'amato dungeon crawler di Blizzard non può fare affidamento esclusivamente sul nome Diablo per riconquistare il mercato ARPG. 

pubblicato in News