Studente dell'Università del Queensland affronta l'espulsione per sostenere Hong Kong, criticando il governo cinese

Australia espellere

Lo studente dell'Università del Queensland Drew Pavlou è riuscito a suscitare il vespaio essendo un fermo sostenitore e attivista per la libertà ... in particolare, la libertà per coloro che risiedono a Hong Kong. Il suo attivismo è riuscito ad agitare l'amministrazione dell'Università del Queensland, soprattutto visti i rifornimenti e la promozione delle proteste di Hong Kong intorno al campus, e le sue critiche all'amministrazione per essere sostenitori del partito di stato cinese. Il suo comportamento “vessatorio” finì per impedirgli l'espulsione dall'università. Continua a leggere "Studente dell'Università del Queensland rischia l'espulsione per aver sostenuto Hong Kong e criticato il governo cinese"

Sensei di Eromanga abbandonato dai negozi australiani

Eromanga Sensei

In seguito all'attacco del senatore Stirling Griff ad anime e manga, chiamandolo "abuso di minori" e chiedendo ulteriori divieti e censura del materiale in Australia, due punti vendita hanno finora abbandonato uno degli obiettivi di Griff, Eromanga Sensei, anche se nessuna legge o azione dell'Australian Classification Board è stata presa contro anime o manga. Continua a leggere "Eromanga Sensei Dropped By Australian Shops"

Il Comitato di classificazione australiano risponde alla richiesta del senatore di vietare gli anime, Manga

Nessun gioco No Life

Stirling Griff, un senatore del Sud Australia, ha presentato un ricorso dinanzi al parlamento vietare anime e manga che descrivono "materiale di abuso di minori". I suoi criteri per tale materiale erano ampi e mal definiti, ma prese la sua richiesta alla porta dei censori residenti in Australia, il Consiglio di classificazione. Hanno offerto una risposta che in qualche modo guasta sull'argomento, difendendo anche le loro valutazioni su alcuni anime. Continua a leggere "Australian Classification Board risponde all'appello del senatore di vietare gli anime, i manga"

Il Comitato di classificazione australiano vuole il tuo contributo per l'aggiornamento dei loro regolamenti

Valkyrie Unità Bhikkhuni

Uno dei sistemi di valutazione più odiosi, insultati e odiati al mondo è l'Australian Classification Board. Perché? Perché spesso vietano i giochi per alcune delle ragioni più insidiose che si possano immaginare. Tuttavia, le cose potrebbero cambiare in quanto hanno recentemente annunciato che riceveranno feedback dal pubblico in generale mentre aggiornano i loro regolamenti e sistemi di classificazione. Continua a leggere "Australian Classification Board vuole il tuo contributo per l'aggiornamento dei loro regolamenti"

Mary Skelter 2 è stata valutata e rilasciata in Australia dopo essere stata inizialmente bandita

Mary Skelter 2

Già nel Nell'ottobre del 2019 abbiamo scritto di come Idea Factory International abbia informato il pubblico internazionale che vive in quella terra Mary Skelter 2 non sarebbe stato rilasciato nella regione a causa del rifiuto della classificazione da parte dell'Australian Classification Board. Bene, avanziamo rapidamente di un paio di mesi e il gioco è ora valutato R18 + dall'Australian Classification Board ed è ora disponibile per il download dal Nintendo Australia eShop. Continua a leggere "Mary Skelter 2 classificata e rilasciata in Australia dopo essere stata inizialmente bandita"

La trilogia di Grisaia per Nintendo Switch vietata in Australia

La trilogia di Grisaia

Il progetto Grisaia La serie è finalmente arrivata su Nintendo Switch come parte di La trilogia di Grisaia confezione, per gentile concessione di Frontwing e Prototype. Il pacchetto della trilogia è stato lanciato il 7th in Occidente a novembre ... ad eccezione dell'Australia, dove è stato bandito. Continua a leggere "La trilogia di Grisaia per Nintendo Switch bandita in Australia"

La Commissione australiana per la concorrenza e i consumatori ordina a Zenimax di rimborsare Fallout 76

C'è uno scherzo comune ora che ogni settimana porta nuove polemiche per Fallout 76. Un gioco che semplicemente non può o non vuole prendere una pausa ha fornito un flusso infinito di eventi controversi. A tal punto ora c'è un'ipotesi di cospirazione che galleggia attorno al fatto che Bethesda stia intenzionalmente riempiendo il gioco rendendolo il più cattivo possibile in modo che quando starfield viene fuori che la gente lo adorerà per essere un miglioramento Fallout 76. Indipendentemente dalla validità di tale affermazione oggi solo pochi giorni dopo il loro ultimo rilascio il Commissione australiana per la concorrenza e il consumatore ha ordinato a Zenimax di emettere rimborsi a coloro che ne hanno richiesto uno Fallout 76. Continua a leggere "La commissione australiana per la concorrenza e i consumatori ordina a Zenimax di rimborsare Fallout 76"

Protezione dei consumatori australiana Indagando su Sony per ingannare i rimborsi per PlayStation

God of War ride

La politica di rimborso aggiornata di Sony che è stata istituita a settembre di 2017 è stata vista come uno scherzo per molti giocatori. La politica di rimborso consentiva ai giocatori di restituire il software acquistato entro 14 giorni dopo un acquisto, ma solo se tu non ha scarica il software. La Commissione australiana per la concorrenza e il consumo si è presa il broncio con le buffonate di Sony e ha deciso di andare avanti con un'indagine su consumatori ingannevoli. Continua a leggere "La protezione dei consumatori australiana indaga su Sony per i rimborsi fuorvianti di PlayStation"

Katana Zero non più vietato dal rilascio in Australia, riceve la valutazione R18 +

Katana Zero

Torna a metà aprile Katana Zero lanciato per PC e Nintendo Switch in Occidente, ma non in Australia. Il gioco era stata rifiutata una classificazione dall'Australian Classification Board, che vietava effettivamente di essere distribuito nella regione. Bene, dopo che il forum ha esaminato il gioco è stato concesso un punteggio R18 + per "uso di droghe ad alto impatto". Continua a leggere "Katana Zero non è più vietata dal rilascio in Australia, riceve la valutazione R18 +"

KissAnime, AnimeFreak e altri siti di streaming bloccati dagli ISP in Australia

Shimoneta to iu gainen ga sonzai shinai taikutsu na sekai

La corte australiana ha ordinato ai principali fornitori di servizi Internet in Australia di bloccare i domini "pirati" 181 all'interno della regione, insieme a vari altri fornitori di siti di sottotitoli come Open Subtitles e Subscene. Continua a leggere "KissAnime, AnimeFreak e altri siti di streaming bloccati dagli ISP in Australia"

Australia per svelare la legislazione per raccogliere i dati degli utenti da giochi come Fortnite, Call of Duty per fermare i terroristi

Fortnite

Secondo quanto riferito, il governo di Turnbull dovrebbe svelare una legislazione che garantirà alle forze dell'ordine la possibilità di fare leva su conversazioni e messaggi privati ​​in videogiochi come Call of Duty e Fortnite per fermare i terroristi. Continua a leggere "L'Australia svelerà la legislazione per raccogliere i dati degli utenti da giochi come Fortnite, Call of Duty per fermare i terroristi"

Il senatore australiano David Leyonhjelm presenta Bill per proteggere i videogiochi contro i divieti

Valkyrie Unità Bhikkhuni

I videogiochi sono stati banditi molto di recente in Australia (e anche in alcuni Stati Uniti). La Brigata Social Justice Warrior ha preso di mira specifici tipi di giochi e li ha messi di fronte a classifiche e titolari di piattaforme e ha tentato di farli bandire in modo che i giocatori non abbiano nemmeno la possibilità di acquistare quei titoli. Bene, il senatore dei Democratici Liberali, David Leyonhjelm, ha deciso di reagire emettendo tre progetti di legge che aiuteranno a proteggere la libertà di parola, sia che si tratti di dibattito, film, libri o videogiochi. Continua a leggere "Il senatore australiano David Leyonhjelm presenta Bill per proteggere i videogiochi dai divieti"

Siamo felici in pochi in Australia

Siamo felici Pochi Australia

L'Australian Classification Board ha accettato l'appello di Compulsion Games Noi Happy Few rivisto per una valutazione al fine di essere legalmente rilasciato come gioco al dettaglio in Australia. In origine il board ha negato al gioco una valutazione perché riteneva che promuovesse l'uso di droghe, anche se il gioco è fondamentalmente una gigantesca campagna anti-droga. Continua a leggere "We Happy Few Australian Classification Board Appeal Underway"