Goblin Slayer, No Game No Life, Sword Art Online, et al bandito dalla libreria Kinokuniya

Goblin Slayer

Abbiamo cercato di avvisarti. È iniziato con la censura delle grandi tette anime nei videogiochi, si è trasformato in romanzi leggeri e ora si è evoluto in manga. Più specificamente, sette serie di manga sono state bandite dai punti vendita fisici di Kinokuniya Sydney e dai loro negozi online a seguito di una denuncia del legislatore del Sud Australia Connie Bonaros, che ha affermato che i manga contenevano "cura dei bambini" e "pornografia infantile". Continua a leggere "Goblin Slayer, No Game No Life, Sword Art Online, Et Al Banned From Kinokuniya Bookstore"

Studente dell'Università del Queensland affronta l'espulsione per sostenere Hong Kong, criticando il governo cinese

Australia espellere

Lo studente dell'Università del Queensland Drew Pavlou è riuscito a suscitare il vespaio essendo un fermo sostenitore e attivista per la libertà ... in particolare, la libertà per coloro che risiedono a Hong Kong. Il suo attivismo è riuscito ad agitare l'amministrazione dell'Università del Queensland, soprattutto visti i rifornimenti e la promozione delle proteste di Hong Kong intorno al campus, e le sue critiche all'amministrazione per essere sostenitori del partito di stato cinese. Il suo comportamento “vessatorio” finì per impedirgli l'espulsione dall'università. Continua a leggere "Studente dell'Università del Queensland rischia l'espulsione per aver sostenuto Hong Kong e criticato il governo cinese"

La Commissione australiana per il lavoro equo ha rimosso ufficialmente le figurine anime “Scantily Clad” dall'ufficio

Figurine di anime dell'Australia

Il vicepresidente della Fair Work Commission, Gerard Boyce, è stato preso di mira da altri membri della Commissione e da agitatrici femministe per avere in mostra circa 20 figurine nel suo ufficio, alcune delle quali erano basate su personaggi di anime femminili che gli agitatori sostenevano fossero "scarsamente vestiti" ”. Ciò ha comportato un'audizione del Senato in cui Boyce è stato rimproverato di avere le figurine, risultando in lui la rimozione di tutte le figurine dal suo ufficio. Continua a leggere "La commissione australiana per il lavoro equo ha ufficialmente rimosso le statuette di anime" scarsamente vestite "dall'ufficio"

Australia, esaminando le restrizioni sui porno su Internet basate sull'ID porno non riuscito del Regno Unito

ID porno Australia

L'Australia sta esaminando l'iniziativa Porn ID fallita che il Regno Unito ha tentato di implementare ma alla fine non è riuscito a seguire a causa di limitazioni tecniche. Perché l'Australia sta guardando al sistema britannico fallito, come una forma di limitazione dell'accesso a siti Web pornografici e materiale per adulti? Perché stanno pensando ai bambini, ovviamente. Continua a leggere "L'Australia esamina le restrizioni relative alla pornografia su Internet in base all'ID porno non riuscito del Regno Unito"

Sensei di Eromanga abbandonato dai negozi australiani

Eromanga Sensei

In seguito all'attacco del senatore Stirling Griff ad anime e manga, chiamandolo "abuso di minori" e chiedendo ulteriori divieti e censura del materiale in Australia, due punti vendita hanno finora abbandonato uno degli obiettivi di Griff, Eromanga Sensei, anche se nessuna legge o azione dell'Australian Classification Board è stata presa contro anime o manga. Continua a leggere "Eromanga Sensei Dropped By Australian Shops"

Il Comitato di classificazione australiano risponde alla richiesta del senatore di vietare gli anime, Manga

Nessun gioco No Life

Stirling Griff, un senatore del Sud Australia, ha presentato un ricorso dinanzi al parlamento vietare anime e manga che descrivono "materiale di abuso di minori". I suoi criteri per tale materiale erano ampi e mal definiti, ma prese la sua richiesta alla porta dei censori residenti in Australia, il Consiglio di classificazione. Hanno offerto una risposta che in qualche modo guasta sull'argomento, difendendo anche le loro valutazioni su alcuni anime. Continua a leggere "Australian Classification Board risponde all'appello del senatore di vietare gli anime, i manga"

Il senatore australiano vuole vietare gli anime con "materiale per abusi sui minori"

Divieto australiano

Se pensavi che l'anime fosse salvo dopo che weebs e otaku si sono uniti per respingere il Nazioni Unite corrotte, pensa di nuovo. Un senatore australiano sta ora prendendo di mira anime e manga, chiedendo una revisione completa dei prodotti resi disponibili all'interno del paese, nonché una nuova legislazione per vietare qualsiasi materiale che contenga ciò che ritiene "materiale di abuso di minori". Continua a leggere "Il senatore australiano vuole vietare gli anime con" materiale pedopornografico ""

Il Comitato di classificazione australiano vuole il tuo contributo per l'aggiornamento dei loro regolamenti

Valkyrie Unità Bhikkhuni

Uno dei sistemi di valutazione più odiosi, insultati e odiati al mondo è l'Australian Classification Board. Perché? Perché spesso vietano i giochi per alcune delle ragioni più insidiose che si possano immaginare. Tuttavia, le cose potrebbero cambiare in quanto hanno recentemente annunciato che riceveranno feedback dal pubblico in generale mentre aggiornano i loro regolamenti e sistemi di classificazione. Continua a leggere "Australian Classification Board vuole il tuo contributo per l'aggiornamento dei loro regolamenti"

Mary Skelter 2 è stata valutata e rilasciata in Australia dopo essere stata inizialmente bandita

Mary Skelter 2

Già nel Nell'ottobre del 2019 abbiamo scritto di come Idea Factory International abbia informato il pubblico internazionale che vive in quella terra Mary Skelter 2 non sarebbe stato rilasciato nella regione a causa del rifiuto della classificazione da parte dell'Australian Classification Board. Bene, avanziamo rapidamente di un paio di mesi e il gioco è ora valutato R18 + dall'Australian Classification Board ed è ora disponibile per il download dal Nintendo Australia eShop. Continua a leggere "Mary Skelter 2 classificata e rilasciata in Australia dopo essere stata inizialmente bandita"

La trilogia di Grisaia per Nintendo Switch vietata in Australia

La trilogia di Grisaia

Il Grisaia le serie sono finalmente arrivate al Nintendo Interruttore nell'ambito di La trilogia di Grisaia confezione, per gentile concessione di Frontwing e Prototype. Il pacchetto della trilogia è stato lanciato il 7th in Occidente a novembre ... ad eccezione dell'Australia, dove è stato bandito. Continua a leggere "La trilogia di Grisaia per Nintendo Switch bandita in Australia"

La Commissione australiana per la concorrenza e i consumatori ordina a Zenimax di rimborsare Fallout 76

C'è uno scherzo comune ora che ogni settimana porta nuove polemiche per Fallout 76. Un gioco che semplicemente non può o non vuole prendere una pausa ha fornito un flusso infinito di eventi controversi. A tal punto ora c'è un'ipotesi di cospirazione che galleggia attorno al fatto che Bethesda stia intenzionalmente riempiendo il gioco rendendolo il più cattivo possibile in modo che quando starfield viene fuori che la gente lo adorerà per essere un miglioramento Fallout 76. Indipendentemente dalla validità di tale affermazione oggi solo pochi giorni dopo il loro ultimo rilascio il Commissione australiana per la concorrenza e il consumatore ha ordinato a Zenimax di emettere rimborsi a coloro che ne hanno richiesto uno Fallout 76. Continua a leggere "La commissione australiana per la concorrenza e i consumatori ordina a Zenimax di rimborsare Fallout 76"

I politici australiani considerano i controlli degli ID porno per i siti Web

ID porno Australia

Il comitato permanente per la politica sociale e gli affari legali della Camera dei rappresentanti australiana sta esaminando le possibilità di aggiungere controlli di identificazione per la pornografia e le scommesse online. Continua a leggere "I politici australiani considerano i controlli di identità pornografica per i siti web"

Protezione dei consumatori australiana Indagando su Sony per ingannare i rimborsi per PlayStation

God of War ride

La politica di rimborso aggiornata di Sony che è stata istituita a settembre di 2017 è stata vista come uno scherzo per molti giocatori. La politica di rimborso consentiva ai giocatori di restituire il software acquistato entro 14 giorni dopo un acquisto, ma solo se tu non ha scarica il software. La Commissione australiana per la concorrenza e il consumo si è presa il broncio con le buffonate di Sony e ha deciso di andare avanti con un'indagine su consumatori ingannevoli. Continua a leggere "La protezione dei consumatori australiana indaga su Sony per i rimborsi fuorvianti di PlayStation"