La Nuova Zelanda COVID-19 Bill concede l'applicazione di autorizzazioni totalitarie senza warrant

Nuova Zelanda COVID-19 Bill

Il parlamento della Nuova Zelanda ha seguito rapidamente il progetto di legge sulla risposta alla salute pubblica COVID-19 attraverso la legislazione, offrendo al parlamento un accesso illimitato e le autorizzazioni per l'esecuzione senza richiedere warrant o documenti legali per invadere le case, "far rispettare" gli ordini parlamentari o cercare e sequestrare in base a Sospetto "ragionevole" di violazione delle misure di sicurezza obbligatorie in relazione alla salute o alle crisi correlate. Continua a leggere "La Nuova Zelanda COVID-19 Bill concede l'applicazione di autorizzazioni totalitarie senza warrant"

Philip Ars ha condannato 21 mesi in prigione per aver condiviso video di Christchurch sui social media

Arrestato per i meme

Il giudice distrettuale Christchurch Stephen O'Driscoll in Nuova Zelanda ha condannato 44, Philip Ars, a 21 mesi di carcere per aver diffuso il video in diretta di Christchurch ai personaggi 30. Poiché il video era stato etichettato come "discutibile" dal capo Censore nazionale, rende la visione o la condivisione del video in pubblico o attraverso i social media un crimine. I tribunali hanno definito l'azione di Ars un "crimine di odio" secondo un rapporto del BBC. Continua a leggere "Philip Ars condannato a 21 mesi di carcere per aver condiviso i video di Christchurch sui social media"

Pewdiepie si inchina alla pressione dei media, rinnega il meme 'Subscribe To Pewdiepie'

PewDiePie sconfitto

Felix Arvid Ulf Kjellberg, meglio conosciuto come "PewDiePie", ha chiesto la fine del meme "Subscribe to PewDiePie". Dopo la pressione dei media che lo accusavano per il massacro di Chritstchurch, in Nuova Zelanda, PewDiePie ha deciso di rinnegare il meme per placare i media che hanno messo il suo nome al centro delle riprese. Continua a leggere "Pewdiepie si inchina alla pressione dei media, Disavows 'Iscriviti al meme di Pewdiepie"

Spese della Nuova Zelanda 18 di un anno per condividere il meme di Christchurch

Meme di Christchurch

La condivisione di materiale video o il manifesto dello sparatutto di Christchurch, il massacro neozelandese è bandito in Nuova Zelanda. Non solo, ma anche la creazione di meme usando immagini fisse, foto o riprese video è illegale nella regione. Continua a leggere "La Nuova Zelanda incarica 18 anni per la condivisione di Meme di Christchurch che gira video"

Legislazione delle pistole neozelandesi che vieta le armi semiautomatiche impostate per aprile 11; Confisca della pistola in corso

Jacinda Ardern

Le riprese di Christchurch, in Nuova Zelanda, sono state progettate per fare una cosa, secondo il manifesto del tiratore: accelerare la società lungo la strada per una guerra civile. L'impulso dello sparatutto per far accadere questo è stato quello di incitare i governi a reprimere le leggi sulle armi in varie regioni e incitare le grandi compagnie tecnologiche a emanare una censura diffusa che avrebbe seminato la divisione sociopolitica e la discordia fino a quando le persone reali non si scatenassero e reagissero con la violenza della vita reale. Come se operasse secondo i capricci del manifesto, la Nuova Zelanda sta approvando una legislazione per vietare le armi semiautomatiche in tutto il paese e sta attualmente intraprendendo un'iniziativa di confisca delle armi per rimuovere le armi dalle case dei cittadini. Continua a leggere “La legge sulla pistola neozelandese che vieta le armi da fuoco semi-automatiche fissate per l'11 aprile; Confisca delle armi in corso "

Microsoft invita i giganti della tecnologia a una maggiore censura per impedire alle persone di condividere, visualizzare contenuti violenti

La censura della matrice

Alla luce di Christchurch, le riprese in Nuova Zelanda che hanno avuto luogo a marzo 15th, 2019, Microsoft hanno annunciato che vogliono lavorare con giganti della tecnologia per sopprimere e censurare qualsiasi tipo di contenuto "violento" o "tossico" che non dovrebbero essere diffuso, condiviso o discusso online. Continua a leggere "Microsoft chiede ai giganti della tecnologia una maggiore censura per impedire alle persone di condividere, visualizzare contenuti violenti"

L'OFLC neozelandese richiede il pagamento per leggere il Manifesto dello sparatutto di Christchurch dopo averlo reso illegale

Manifesto della Nuova Zelanda

Il capo censore della Nuova Zelanda ha giudicato "discutibile" il manifesto del tiratore di Christchurch, rendendolo così illegale nella regione. Chiunque venga sorpreso a condividerla o accedervi può scontrarsi con 14 anni di carcere. Tuttavia, la classificazione della New Zealand Office of Film & Literature sta attualmente vendendo l'accesso al manifesto attraverso un modulo di esenzione per $ 102.20. Continua a leggere "La Nuova Zelanda OFLC richiede il pagamento per leggere il manifesto degli sparatutto di Christchurch dopo averlo reso illegale"

Il neozelandese Deems Christchurch Shooter Manifesto illegale, la condivisione potrebbe causare il tempo di prigione

Manifesto illegale

Il governo della Nuova Zelanda ha ritenuto illegale il manifesto del tiratore di Christchurch, che è fondamentalmente quello che voleva. L'idea era che voleva che i partiti di stato aumentassero la censura per costringere le persone a ribellarsi alle misure per creare più divisioni. Il governo della Nuova Zelanda ha obbligato i suoi capricci con disinvoltura. Continua a leggere "La Nuova Zelanda ritiene illegale il manifesto degli sparatutto di Christchurch, la condivisione potrebbe comportare il tempo di prigione"

I Whitcoull della Nuova Zelanda rimuovono le regole 12 di Jordan Peterson per la vita a causa delle riprese di Christchurch

Jordan Peterson

La libreria neozelandese Whitcoulls ha rimosso Jordan Peterson 12 Rules For Life in risposta alle riprese di Christchurch che si sono svolte a 15th, 2019 di marzo. Continua a leggere "La Nuova Zelanda Whitcoulls rimuove le 12 regole per la vita di Jordan Peterson a causa delle riprese di Christchurch"

Voat Blocked In New Zealand; L'utente di Internet è stato arrestato per aver condiviso il video di Christchurch Shooting

Nuova Zelanda Christchurch Censorship

Le autorità neozelandesi hanno ritenuto illegale discutere o condividere il manifesto e le riprese video delle riprese di Christchurch. Gli utenti di Internet situati in Nuova Zelanda che hanno condiviso il video sui social media a qualsiasi titolo vengono rintracciati, arrestati e addebitati per l'atto. Continua a leggere “Voat bloccato in Nuova Zelanda; Utente di Internet arrestato per aver condiviso video delle riprese di Christchurch "

Burger King, ASB, Spark riportano le pubblicità di Facebook, Google per non censurare le riprese in Nuova Zelanda

Shooter della Nuova Zelanda Google Facebook

Anche se i principali servizi di social media hanno censurato Christchurch, le riprese in Nuova Zelanda da quando è successo, a quanto pare la censura non è stata abbastanza veloce o abbastanza per alcuni inserzionisti. Continua a leggere "Secondo quanto riferito, Burger King, ASB, Spark pubblicano annunci da Facebook, Google per non aver censurato le riprese in Nuova Zelanda"

Bitchute, Archive.is, Liveleak, 8chan è stato dichiarato bloccato in Nuova Zelanda a causa delle riprese di Christchurch

Bitchute Blocked

Sebbene Bitchute.com ha rimosso i video del massacro che si è svolto a Christchurch, in Nuova Zelanda, il sito è ancora bloccato dall'accesso da parte di residenti neozelandesi, insieme a siti come Kiwifarm, Liveleak, 8chan, Dissenter e Archive.is. Continua a leggere "Secondo quanto riferito, Bitchute, Archive.is, Liveleak, 8chan sono stati bloccati in Nuova Zelanda a causa delle riprese di Christchurch"

La polizia neozelandese ha richiesto dati personali a Kiwifarm. Utenti che hanno discusso il manifesto dello sparo, video

Polizia della Nuova Zelanda

Il manifesto dello sparatutto di Christchurch e il video in diretta sono stati censurati da molti siti web su richiesta della polizia della Nuova Zelanda. Hanno tentato di raccogliere dati sugli utenti che hanno condiviso e discusso il manifesto del tiratore e il video delle riprese. Uno di questi luoghi che ha catturato l'attenzione della polizia è stato Kiwifarms, che è uno dei pochi posti in cui si è discusso e condiviso le informazioni sullo sparatutto in modo non censurato. Continua a leggere "La polizia neozelandese ha richiesto dati personali agli utenti di Kiwifarms che hanno discusso del manifesto degli sparatutto, dei video"

NON segui questo link o sarai vietato dal sito!
~