Il redattore del New York Times ha chiamato con certezza il nazionalismo bianco

Come va

"Assistente professore di studi di gioco" Megan Condis ha pubblicato un articolo su nytimes.com il mese di marzo 27th, 2019, in cui ha fatto alcune affermazioni prive di senso, senza referenze, sottolineando che esiste una particolare cultura che circonda il gioco che porta inevitabilmente giovani giocatori vulnerabili a uno dei perpetuati uomini neri degli ideologi di sinistra: il nazionalismo bianco. L'autore non ha trascurato di demonizzare anche con sdegno Pepe the Frog, che ha già da qualche tempo stato una parte di il folle database "ideologico" della Lega Anti-Defamation, guidato da ideologicamente, insieme al Bandiera di battaglia confederata, i vecchia bandiera sudafricana e astrazioni e generalizzazioni come tatuaggi di "Frasi tedesche" e Soldati tedeschi e persino della parola "odio"E il"non uguale" cartello. Continua a leggere "Il redattore del New York Times Callously Associates Gaming With White Nationalism"