Google ha vietato 300 annunci Trump per "violazione delle norme aziendali" ma non spiega come

Google vieta gli annunci Trump

Durante l' 60 Minuti Nel segmento in onda domenica 1 dicembre 2019, è stato rivelato che Google aveva vietato più di 300 annunci per la rielezione del presidente Trump. Perché? Hanno detto che i divieti erano per violazione della "politica aziendale", ma non si sono preoccupati di spiegare come gli annunci violassero la loro politica. Continua a leggere "Google ha vietato 300 annunci Trump per" violazione delle norme aziendali "ma non spiega come"

Tulsi Gabbard chiede aiuto agli americani per decostruire Google, il monopolio di censura di Facebook

Tulsi Gabbard

L'aspettativa democratica Tulsi Gabbard ha sperimentato in prima persona alcune delle censure di Google quando ha tentato di pubblicare annunci sul gigante dei motori di ricerca, ma è stato bloccato dal farlo dopo essere diventata un elemento di ricerca pulsante durante i dibattiti democratici. Gabbard trasmettere la censura di Google al pubblico, ma ovviamente la questione è stata rapidamente minimizzata dal momento che la grande tecnologia non vuole davvero che nessuno discuta di censura sulle loro piattaforme, specialmente quando viene fatta per interferire con le elezioni nazionali. Gabbard, nel frattempo, ha pubblicato un video in cui chiede alle persone di unirsi a lei nella lotta contro il monopolio della censura di Google, Facebook e Twitter. Continua a leggere "Tulsi Gabbard chiede aiuto agli americani per decostruire Google, il monopolio di censura di Facebook"

Google è stato citato in giudizio da Tulsi Gabbard per la sospensione dell'account pubblicitario a seguito del dibattito democratico

Tulsi Gabbard

La censura di Google ha occupato per lo più titoli in relazione alla repressione a tema partigiano che hanno distribuito contro i conservatori, ma come tutte le forme di autoritarismo alla fine esce fuori dalla sua lettiera politica e inizia a colpire presunti "alleati" tanto quanto fa i suoi nemici, come quando il commentatore di notizie politiche liberali Tim Pool è stato influenzato dalle tecniche di soppressione di Google, come rivelato da Project Veritas. In questo caso, democratico presidenziale promettente Tulsi Gabbard è stato in fase di ricezione delle macchinazioni di censura di Google, quindi ora sta facendo causa a Google per $ 50 milioni. Continua a leggere "Google è stata citata in giudizio da Tulsi Gabbard per aver sospeso l'account pubblicitario a seguito di un dibattito democratico"